Frequenti per qualche giorno un tuo (adorabile) collega inglese, anzi londinese, trapiantato in Italia e scopri che pare che per gli inglesi (e non è la prima volta che mi dicono ciò, anche se è la prima volta che la affronto) Nick Drake sia una sorta di Masini in versione tossica. Troppa malinconoia. Per alcuni artificiosa.

Da queste parti – dove non si allestiscono tabernacoli a San Nick Drake solo per mancanza di adeguato materiale iconografico – lo sconcerto è palpabile.

Ma ora mi sorge il dubbio. Per una perversa simmetria non è che nella campagna inglese ora c’è un manipolo di adolescenti in mood negativo che si struggono ascoltando “Bella stronza”?

2 comments

  1. (come avrete capito, il nick drake che commenta è l’autore della rivelazione sulla percezione di Nick Drake – metto le maiuscole per distinguere)
    🙂

  2. forse artificioso è la parola sbagliata e credo che anche il paragone con masini sia sbagliato….il commento non era su nick drake ma sugli stimatori di nick drake: hai confuso causa e effetto….

Leave a comment

Your email address will not be published.