Tirarmela via blog nel 2011 – aka The reports on blog’s death are greatly exaggerated

March 28th, 2011 § 6 comments

Esattamente come ai tempi di Splinder conservo una straordinaria abilità nel mettermi nei guai (qui un esempio su mille in cui mi prendo l’insulto più bello del pianeta: “testa di cazzo master!”) e tirarmi la rogna addosso.

Avevo scritto un post del tutto innocente sul nuovo plugin per WordPress che permette di far vedere bene i blog sull’iPad. Poi, come capita quotidianamente al nostro amato Presidente del Consiglio, sono stato malinterpretato e qualcuno (lui, lui e lui) ha evinto dal mio post che stessi affermando che i blog sono morti (o moribondi).

Visto che il drammone “il blog è morto?” credo abbiano iniziato a farlo quelli di Splinder già nel tardo 2002 con gli stessi argomenti di oggi, ci tenevo tanto a dire – in assenza di un Buonaiuti che lo faccia per me – che no, non penso che i blog siano morti e non intendevo iniziare questo dibattito, che oltre a un sacco di noia porta anche un po’ sfiga.

I blog moriranno il giorno in cui alla gente passerà la voglia di scriverci (da quando ci sono i feed, i lettori e i commentatori in loco non sono così utili, anzi). Purtroppo/per fortuna non è ancora il momento. Ci sono meno lettori o meno commentatori? Fa lo stesso!

Diciamo che attualmente il blog è nella fase “distinto signore” (nota: le fasi nella vita sono, in ordine cronologico: “che bel bambino – che bel ragazzo – che bell’uomo – che distinto signore – ancora in gamba – che simpatico nonnetto – sembra che dorma) e non può farci molto.
Tutto invecchia. Basta saperlo e farsene una ragione. Ma morire no, non ancora, almeno.

 

NOTA PER ISCRITTI AL RODARY CLUB:
(certo che, a pensarci bene, la cosa che ha fatto risorgere la blogosfera italiana per un paio di giorni è stato il dibattito sulla morte dei blog; proprio come in “C’era due volte il Barone Lamberto”. La trovo una coincidenza irresistibile. Fossi stato nel 2004 ci avrei fatto un post.)

§ 6 Responses to Tirarmela via blog nel 2011 – aka The reports on blog’s death are greatly exaggerated"

  • I blog si stanno evolvendo nel senso di una maggiore qualità, secondo me…

    ed aggiungerei: sciopero, sciopero, sciopero…

    http://notiziedelfuturo.blogspot.com/2011/03/i-bloggers-incroceranno-le-braccia.html

  • MARI says:

    siamo tutti in un fosso, ma alcuni di noi guardano le stelle.
    altri evidentemente si guardano i calzini. da arrotolare, a quanto pare!

  • Axell says:

    veramente è tutta colpa mia… :))

    In ogni caso… “che bel bambino – che bel ragazzo – che bell’uomo – che distinto signore – ancora in gamba – che simpatico nonnetto – sembra che dorma” è la cosa più geniale che hai scritto negli ultimi 10 anni…

    Rido come un pazzo da un’ora.

  • BASTA APPALLOTTOLARE I CALZINI, DIO BONO

  • Enrico, frainteso o meno, per quel che mi riguarda non posso che esserti grato per aver (volente o nolente) rilanciato un tema e una discussione che tutto sommato merita di essere fatta a intervalli regolari. se non altro per capire come è cambiato il mondo che ci circonda e come siamo cambiati noi.

  • Copiascolla says:

    Caro Suzukimaruti, sono una lettrice del tuo blog. Molto carina quella hostess là sopra, sei tu? Anch’io ho un piccolo blog che ho aperto da qualche mese su Excite ma sto pensando di passare a Splinder. Non sei stato malinterpretato. Siamo noi (noi blogger dico) che non esistiamo più, perché non siamo mai esistiti. Mi dicono dalla regia che tra 4-5 anni andremo ad aggregarci laddove ci sarò solo noia e stridore di menti. Si chiameranno Facebook e FriendFeed. Te lo dico con assoluta certezza perché ho seguito la Mancuspia in un cunicolo spazio-temporale e ho visto che ne sarà di noi. E da quel poco che ho visto, BASTA APPALLOTTOLARE I CALZINI!

What's this?

You are currently reading Tirarmela via blog nel 2011 – aka The reports on blog’s death are greatly exaggerated at Suzukimaruti.

meta

%d bloggers like this: