Gli ultimi che volevano *colpire* gli elementi (a loro detta)…

October 2nd, 2010 § 5 comments

Gli ultimi che volevano *colpire* gli elementi (a loro detta) cattivi della magistratura si firmavano con una stella a 5 punte e la scritta BR.

Forse stava per Berlusconi Rex.

§ 5 Responses to Gli ultimi che volevano *colpire* gli elementi (a loro detta)…"

  • Franco says:

    Beh, vedi, intanto io ho un’età per cui mi ricordo quando prima “il terrorismo rosso non esisteva”, poi vennero “i compagni che sbagliavano”, e in terza battuta, lealmente e responsabilmente, la sinistra prese atto del fenomeno e, come già facevano le altre parti politiche, lo combatté (d’altronde erano “cellule impazzite” cresciute al suo interno, nelle università e nelle fabbriche).
    Oltre a questo, non prenderei per oro colato tutte le ricostruzioni e ipotesi di Repubblica, citandola come la Bibbia (penso che tu sia più intelligente).
    Infine, sinceramente, seppur spregevole possano essere il premier e il suo linguaggio e tutto il resto, te lo vedi un terrorista del Popolo della Libertà che attenta alla vita di un giudice?
    Io, come ultima vittima del terrorismo, mi ricordo di Marco Biagi, che non era un giudice, e che non era stato additato al pubblico disprezzo da Berlusconi.
    (anche qui però Scajola seppe fare onore al governo).
    Detto questo, e annoiandomi io stesso alle mie parole (il solito scontro tra sordi), la finisco qui, e ti auguro buon proseguimento con il blog.

    Franco

  • suzukimaruti says:

    mi fa piacere che apprezzi, ma mi pare ovvio ricordare che se c’è una parte politica che ha combattuto in prima fila il terrorismo tutta è stata la sinistra istituzionale, che conta tra le sue fila un bel po’ di vittime.

    su belpietro la storia è diversa. non è credibile lui, non è credibile il poliziotto che dice di aver scovato il presunto terrorista, non sono credibili le ricostruzioni (vedi qui: http://www.repubblica.it/cronaca/2010/10/03/news/le_indagini_sono_in_buone_mani_chiariranno_i_dubbi_sulla_vicenda-7665352/?ref=HREC1-3) e il timing del presunto attentato è così perfettamente sinfonico con le necessità politiche del PDL da suonare falso.

    Questo post, invece, se la prende coi toni di chi – da una posizione di governo – si propone di *colpire* gli elementi che non piacciono della magistratura.
    Io lo trovo un odioso linguaggio terroristico.

  • Franco says:

    Infatti Guido Rossa era operaio e sindacalista, quindi non vedo cosa c’entri con, cito le tue parole, “gli elementi (a loro detta) cattivi della magistratura”.
    Sempre se vuoi informarti, sul web c’è una bella sfilza di magistrati uccisi da formazioni di “presunta” sinistra: Riccardo Palma (dalle Br), Girolamo Tartaglione (Br), Fedele Calvosa (Unità comuniste combattenti), Emilio Alessandrini (Prima linea), Vittorio Bachelet (Br), Nicola Giacumbi (Br), Girolamo Minervini (Br), Guido Galli (Prima linea), Mario Amato (Nar).
    Comunque non so dove possa portare questa discussione tra sordi.
    A parte questo, apprezzo il tuo blog (e se ti facessero un attentato, prima ti dimostrerei solidarietà, poi cercherei o valuterei le prove di una montatura).

  • suzukimaruti says:

    Sì, per me (e pare per molti, inclusi gli inquirenti) la cosa puzza un po’ di montatura, visto che il poliziotto che asserisce di aver scacciato il presunto attentatore non è nuovo a sparate simili, senza alcuna plausibilità.
    Su tutto il resto, prenditi 10 minuti per informarti su chi era Guido Rossa e poi vediamo chi da lezioni di storia a chi.

  • Franco says:

    Naturalmente per te il già avvenuto e fallito tentativo di *colpire* Belpietro è una montatura o, come minimo, un dovere civico che qualcuno doveva pur assolvere.
    Inoltre, chi ha negato per certo periodo l’esistenza del terrorismo rosso stava, e forse sta ancora, dall’altra parte, magari informati.

What's this?

You are currently reading Gli ultimi che volevano *colpire* gli elementi (a loro detta)… at Suzukimaruti.

meta

%d bloggers like this: