PDL e Mastella: un matrimonio annunciato

March 7th, 2008 § 12 comments § permalink

Essendo uno dei politici più vituperati al mondo, Mastella è una gigantesca patata bollente per la politica italiana. Sembra che nessuno lo voglia come alleato, perché fa perdere voti e ha metodi clientelari davvero troppo sul confine col crimine per essere accettabili.

Infatti Sua Ceppalonità è due giorni che piagnucola e fa la vittima: non mi candido, ce l’avete tutti con me, l’Udeur non esiste più, ecc.

Bene, è l’ennesima balla di questa campagna elettorale: sì, Mastella in persona non si candida perché è troppo impresentabile, al momento. In compenso, a quanto pare, Mastella si è accordato con Berlusconi per candidare 4 dei suoi dell’Udeur nel PDL (pare fosse il pagamento pattuito per far cadere il governo precedente).
Insomma, nel PDL c’è pure l’Udeur e, ovviamente, la longa manus di Mastella.

Buono a sapersi: il PDL ultimamente sembra raccogliere davvero il meglio. Ricordatevelo, quando andate a votare. Già, perché questa volta l’Udeur non è nemmeno un alleato: è direttamente “sciolto” nel PDL.

Oh, siamo di nuovo in diretta radio ORA!

March 5th, 2008 § 0 comments § permalink

La faccio breve. Valletta ed io stiamo trasmettendo in diretta ora, sui 91.2 FM di Radio Centro 95.

Ma anche in streaming audio e video a questo indirizzo http://www.ustream.tv/channel/casatorino

Mi piacEee ancora di più!

March 4th, 2008 § 14 comments § permalink

Bella notizia: se già vi piaceva l’Asus Eee, da oggi potete tranquillamente farvi piacere la sua seconda release, che si chiama Asus Eee 900.

Le differenze rispetto al modello tradizionale sono presto dette: l’Eee 900 ha uno schermo da 9″, con una risoluzione di 1024×600, ha 1 Gb di RAM di default e può avere un disco SSD interno fino a 12 Gb (oltre ad un touchpad un po’ più grande).

Attenzione: l’uscita dell’Eee 900 non fa cessare quella dell’Eee normale. Si tratta, di fatto, di due modelli diversi. L’Eee è piccolissimo, tascabile e leggerissimo. Ed è oggettivamente un prodotto da borsetta con un prezzo ultra-accessibile, utile per navigare in giro, bullarsi ai BarCamp, ecc.

L’Eee 900 dovrebbe pesare un po’ di più ed inizia ad avere le carte in regola per essere utilizzato come computer per il lavoro, visto lo schermo più risoluto e il disco di dimensioni maggiori. E ovviamente avrà un prezzo più alto.

 

We gotta stop making music people “like”

March 3rd, 2008 § 7 comments § permalink

Qualche giorno fa Seth Godin ha tenuto un discorso – con tanto di slide che purtroppo non possiamo che immaginarci – sul passato, presente e futuro del music business.

Per quanto ne capisco di musica e di industria musicale, direi che è una lettura praticamente obbligatoria, perché da buon alieno nel mondo della discografia il buon Seth si permette di dire tutto quello che un discografico non vorrebbe mai sentirsi dire. E per di più massacra con infantile candore miti, leggende, mostri sacri e certezze su cui si è basato per anni l’intero music biz, dispensando – nel mezzo – un bel po’ di suggestioni e suggerimenti su come dovrebbe cambiare il mercato della musica. E non si tratta di ritocchi.

Per dire, trovo grande il passaggio in cui spiega ai discografici che si sono convertiti improvvisamente al 2.0 che il buzz-marketing, il passaparola, ecc. (chiamatelo come cavolo volete) funziona solo con i dischi che gli utenti *amano* e non con quelli che gradiscono.

Cioè, un appassionato di musica si mette lì e rompe le balle ai suoi amici su quanto sia bello il disco degli XYZ solo se gli XYZ hanno davvero fatto un album che lui ama con tutto il cuore. Quindi è dura sperare che gli utenti si mettano a promuovere i milioni di dischi gradevoli, carini, nonbrutti che quotidianamente la discografia ci propina, convinta che la genericità di un prodotto musicale sia garanzia per il suo successo.

Sì, certo, la musica all’acqua di rose, per tutti, venderà ancora, fino a quando l’ambaradan 1.0 che è l’attuale discografia old-style reggerà. Ma, visti i conti, è solo una questione di (poco) tempo. 

Where am I?

You are currently viewing the archives for March, 2008 at Suzukimaruti.