Dove dormire per il BarCamp di Torino: una guida incompetente

February 20th, 2008 § 20 comments

Questo vorrebbe essere un post utile in cui consiglio un po’ di alberghi in cui soggiornare per partecipare all’accoppiata Webdays-BarCamp venerdì e sabato al Circolo dei lettori.

Però, come tutti i torinesi, sono la persona meno adatta a consigliare alberghi nella mia città, per il semplice fatto che ci abito e ho una casa, quindi non ho mai avuto il piacere di passare una notte in albergo a Torino. E i pochi torinesi che lo hanno avuto non possono che avere pessimi ricordi: se dormi in albergo nella città in cui hai una casa, sicuramente ti è capitata una disgrazia (ti hanno cacciato di casa, la casa ha preso fuoco, hai perso le chiavi, ti hanno sfrattato, ecc.).

Quindi i consigli che do sono tutti basati sui giudizi di amici, colleghi, ecc. contando che non sono nemmeno troppo affidabili, perché abbiamo la buona abitudine di ospitare a casa gli amici più stretti e mandare in albergo quelli meno stretti. Il che significa che sono giudizi sì di amici, ma di amici meno amici di altri (questa frase fa schifo sintatticamente e anche dal punto di vista umano non è poi sto granché) e non si sa mai se sono davvero sinceri.

Ma tanto non avete di meglio, quindi ecco la guida incompetente agli hotel torinesi.

Se avete voglia di spendere ma stare in un 5 stelle lusso, il Golden Palace è il migliore 5 stelle cittadino, ricavato da una palazzina razionalista e con delle strane statue un po’ inquietanti. Non ve la cavate con meno di 185€ per una doppia (credevo peggio), ma siete a due passi da Porta Nuova e non distanti dal BarCamp. E siete autorizzati a tirarvela per tutta la durata dell’evento.

Per chi ha buone disponibilità di spesa e vuole un albergo in centro, l’hotel Sitea è un classico. Lo usa la RAI per i propri ospiti ed è un classico albergo business con servizi di qualità, un ottimo ristorante interno e comodo per tutte le stazioni.

Se avete buone disponibilità di spesa e siete anche un po’ fighetti, il Townhouse 70 è bello ed è di design. E per di più ha il Wi-Fi gratis, oltre a due iMac nella hall a disposizione degli utenti (nel senso che li potete usare, non sono a disposizione per furti, ecc.). Il giornalista svedese che ci ha dormito dentro (e che ha scritto un articolo su mia madre e sul Toro, ma questo è un altro discorso) lo ha trovato ottimo. Per di più è nuovissimo, essendo nato in tempo per le Olimpiadi del 2006. Una doppia costa 139€ a notte.

Un altro hotel nuovo – noto peraltro perché ci faceva i convegni la Margherita – è il Santo Stefano, direttamente davanti alle Porte Palatine e al Duomo, oltre che a sì e no 10 metri dal quadrilatero romano. E’ comodissimo per chi viene in macchina, perché ha un parcheggio comunale a 20 metri che non costa caro. Una doppia qui costa 159€ per notte.

Per chi vuole spendere un po’ meno, l’hotel Dogana Vecchia è un classico. Ci hanno dormito un sacco di personaggi storici più o meno interessanti e di fatto è uno degli hotel più vecchi di Torino, con un suo bel fascino fanè. E’ molto gettonato dai turisti ed è in pieno quadrilatero romano (per i non torinesi: una sorta di via di mezzo tra il quartiere latino di parigi e una versione meno bauscia di Brera a Milano, sorto in un reticolo di vie in cui fino a 15 anni fa i tossici giocavano a freccette con le siringhe e in cui ora abitano i figli di papà della Torino-bene, in mansardine di design). Ve la cavate con 110€ per una doppia.

In alternativa, l’hotel Artuà è bello ed è a due passi da Piazza Solferino, oltre che dalla sede torinese di Casa Agnelli. Sempre che vogliate provare esperienze torinesi al 100%.

A proposito. Se proprio vi è piaciuto “Profondo Rosso” di Dario Argento, l’hotel Nazionale fa per voi, visto che l’intera prima scena del film è stata girata in piazza CLN, esattamente di fronte alle sue finestre. Ah, e durante l’occupazione nazista lì c’era la sede locale della Gestapo. Sappiate che è davvero in centro, a 100 metri dalla stazione e a due passi dal BarCamp.
Non dovrebbe costare caro (visto quanto risparmiano sul sito) e, se siete cinefili, merita.

Per chi vuole spendere ancora meno (intendo prezzi da una stella), l’hotel Azalea è in Via dei Mercanti (pieno centro, a 5 minuti a piedi dal BarCamp, in una via carina e in gran parte pedonale) ed è carino, oltre ad avere una splendida terrazzina. Anzi, forse è meglio di tanti 3 stelle che ci sono in giro.

C’è anche la soluzione Bed & Breakfast, ideale per chi viene da solo e ha bisogno di una camera singola. La Foresteria degli Artisti è una soluzione perfetta ed è pure in un angolo di Torino progettato da Antonelli in persona. E ve la cavate con 50€ per una singola e 80€ per una doppia. Il tutto a 10 minuti a piedi dal BarCamp.

Se siete proprio alla canna del gas, l’Ostello della Gioventù di Torino ha due pregi, oltre al prezzo irrisorio. Il primo è che è in un posto bellissimo della collina torinese (e siete a 2 chilometri dal BarCamp, per di più con un pullman comodo a 200 metri), il secondo è che è coperto da Wi-Fi.
Certo, è in collina (che, ricordo ai non torinesi, è a ridosso del centro) e ha senso se vi muovete in macchina o se siete dei buoni camminatori, ma è davvero in un bel posto (di meglio ho visto solo il mitico Ostello a Fiesole).
Per gli amanti di Dario Argento (scusate se sono ripetitivo), è a 5 minuti a piedi dalla mitica Villa Scott, quella abbandonata di “Profondo Rosso”.

 

UN PO’ DI NOTE GENERALI SU TORINO, PER CHI NON LA CONOSCE

A Torino il traffico è minimo, salvo che il sabato nelle ore di punta, ma comunque se siete milanesi, napoletani o romani non ve ne accorgerete minimamente. Ha assolutamente senso venire a Torino in automobile. Ci si muove in macchina in pieno centro e si trova parcheggio anche al sabato pomeriggio in ore impensabili: basta pagare. E si paga poco.

Per chi viene al BarCamp in macchina, il consiglio è di parcheggiare al parcheggio Torre Romana (l’ingresso è in Piazza Castello angolo via Pietro Micca), che costa circa 1 euro all’ora e ha il pregio di essere totalmente ignoto ai torinesi, salvo me e Axell. Quindi è sempre vuoto. E ha pure un’uscita segreta praticamente di fronte alla FNAC.

In alternativa, parcheggiate sotto Piazza San Carlo. Per accedere al parcheggio San Carlo, entrate da Piazza Carlo Felice: sotto il centro di Torino c’è questo parcheggio enorme (che in origine doveva essere il tunnel di una metropolitana che non si fece, intendo ai tempi del Duce), che costa circa 2 euro l’ora ed è il più caro della città.

Terza alternativa, parcheggiate al parcheggio ACI in Piazza Bodoni, di fronte al Conservatorio. Ci sono 3 piani sotterranei per piazzare la vostra macchina e si trova sempre posto, anche il sabato alle 3 di pomeriggio. Costa poco e la tariffa giornaliera è potabile.

Quarta alternativa, comodissima anch’essa per il BarCamp, è il parcheggio di Piazzale Valdo Fusi. E’ relativamente nuovo, sempre mezzo vuoto e costa la metà degli altri. E’ che i torinesi sono un po’ restii ad usarlo, visto come hanno sventrato e deturpato la piazza per farlo.

Quinta alternativa, che prevede che vi facciate 10 minuti di struscio vetrine in via Po, è parcheggiare sotto Piazza Vittorio. Magari ci scappa pure che incontrate i Subsonica, che hanno lo studio lì. Anche qui il prezzo orario è basso, è aperto 24 ore su 24 ed è in piena movida torinese.

Per le direzioni stradali, ricordatevi che perdersi a Torino è veramente difficile. In generale, se vi perdete, aguzzate la vista e scoprirete di avere le montagne da un lato e le colline dall’altro. Andate verso le colline (sì, mi sto canticchiando gli Iron Maiden mentalmente), che sono a ridosso del centro, e fermatevi prima del Po. Da lì vi possiamo guidare molto facilmente anche per telefono. 

Se vi siete persi, chiamatemi al 339-1218744 (ricordandovi che non sono esattamente mattiniero) e vi aiuto, visto che mi bullo in giro di essere una specie di Tuttocittà vivente. E’ anche l’unico contributo materiale che posso dare al BarCamp, vista la mia totale incapacità organizzativa.

§ 20 Responses to Dove dormire per il BarCamp di Torino: una guida incompetente"

  • magx says:

    Fantastico il tuo commento del traffico!
    E’ davvero così, e anche se personalmente le città ortogonali mi incasinano la vita, devo dire che uno dei (pochi? non lo so’ ancora) punti forti di torino è proprio il traffico!
    Comunque aggoiungerei, vicino a Porta Nuova, il Due Mondi, chiedete a Marco una camera dal 3° piano in sù e ne sarete molto contenti!
    by

  • Feba says:

    Te ti ha pagato la proloco per dire tutte ste cose carine, ammettilo 😛

    Scherso, ci vediamo al camp 😉

  • cliomedia says:

    Suggerisco un’alternativa alle vostre proposte che riguarda il mio stile di vita.
    Diventate membri della comunità “couchsurfing.com” e chiedete ospitalità ad un membro torinese della comunità.
    Avrete la possibilità di conoscere qualcuno di simpatico, o forse no, provare l’ospitalità torinese (non è vero che siamo degli orsi) ed entrare in contatto con una comunità internazionale davvero interessante.
    Viva il social networking e le comunità virtuali.

  • garethjax says:

    Per chi decide per l’Ostello in collina, ricordatevi che la prenotazione va fatta almeno 2 giorni prima, per cui e’ OGGI oppure mai 🙂

    http://www.ostellotorino.it

  • panda says:

    aggiungo solo due postille (una inutile, l’altra forse):

    a. si può venire a torino anche con il treno (W il trasporto su rotaia, W la tav! soprattutto da milano 😉

    b. qualche anno fa, l’ostello in collina chiudeva i battenti alle 22 (tragicamente presto, quindi). magari non è più così, ma se qualcuno decide di prenotare lì, è meglio che chieda informazioni in tal senso.

  • Suzukimaruti says:

    occhio che il parcheggio Santo Stefano è al chiuso.
    .
    Riguardo alle euro 3 o euro 2, fregatevene altamente. Giro tranquillamente con una punto diesel Euro 2 e nessuno mi ha mai detto niente.
    E fino a qualche tempo fa giravo con la Suzuki Maruti euro -50 e non un vigile che battesse ciglio.
    .
    Venite tranquilli, evitate solo di guidare da meridionali 🙂

  • dr.glass says:

    Attenzione che al parcheggio Santo Stefano, quello vicino alle Porte Palatine e al Duomo, di sera è facile ritrovarsi con il vetro del finestrino rotto, anche se non si lascia niente in vista.
    E poi vi consiglio di controllare se avete almeno una EURO 3, altrimenti in centro mi sembra che non si possa circolare.

  • Suzukimaruti says:

    vb: yes, quelle sono sempre chiuse al traffico (alcune in una sola direzione), salvo che dopo le 21. Ma i cartelli spiegano tutto, quindi è facile raccapezzarsi.
    .
    La cena post- BarCamp inizia alle 20 e 30, così facciamo in tempo ad arrivare dallo stadio. Ovviamente bisogna segnarsi da qualche parte, ma non è ancora chiaro dove. Appena so, faccio girare voce.

  • vb says:

    Se non sbaglio le vie riservate al trasporto pubblico (XX Settembre, Arsenale, Pietro Micca direzione centro, Milano, Rossini/Accademia Albertina) lo sono anche nei weekend, dalle 7 alle 21.

    E poi non ho capito di che cena post-Barcamp parli, visto che alle 18 c’è la partita e si va tutti via 😛

  • Suzukimaruti says:

    di domenica solo nel quadrilatero romano e in certe ore. Generalmente in centro e ancora più in particolare nelle zone del BarCamp, si può parcheggiare a pagamento e transitare senza problemi.

  • io ho preso una multa di domenica… alcuni tratti sono 7giorni su 7.

  • Suzukimaruti says:

    Sì, ma la ZTL funziona dal lunedì al venerdì, quindi chi viene al BarCamp non ha problemi.

  • (stavolta l’intervento è meno stupido)
    Suzuki, ti sei dimenticato una cosa fondamentale: tu dici che ha assolutamente senso venire a Torino in macchina, ma ti sei scordato di avvisare che le ztl (zone a traffico limitato) sono sorvegliate dalle famigerate telecamere che non perdonano. Quindi, signori: aguzzate la vista e attenzione ai cartelli.

  • Suzukimaruti says:

    Felter: purtroppo quel pezzo di Piazza Carlo Felice non è più tanto sicuro, soprattutto dopo il tramonto.
    Quindi ha senso andarci solo se si è in tanti e ci si muove in massa (tipo i tifosi)
    .
    Wallace: yes, ma in quel caso difficilmente uno si mette a notare il look dell’albergo. Al massimo può riferire se i materassi reggono bene, se le reti cigolano, ecc.
    .
    A Torino per queste operazioni c’è l’hotel Giulio Cesare, talmente a misura d’amante da avere la concierge privé, così non ti vede nessuno. Fanno pubblicità nei cinema e un mio amico fa lì il guardiano notturno, raccontando storie spettacolari.

  • Scusate, non c’entra nulla. Ma vorrei precisare che non è vero che se dormi in albergo nella città in cui hai una casa, sicuramente ti è capitata una disgrazia: potrebbe semplicemente essere che hai l’amante (e ti piace il rischio).
    😉

  • ehm. Non è un consiglio, ci mancherebbe, però posso solo dire che ho un ottimo ricordo del Jolly Hotel Ligure in P.zza Carlo Felice, proprio di fronte alla stazione di Porta Nuova.
    Ci sono stato la notte del 22 maggio 1996.(e qualche altro giorno ovviamente).
    Non so se sia comodo per il barcamp, ma lo è stato per uscire e festeggiare… la Coppa dei Campioni vinta dalla Juventus. 😀

  • Suzukimaruti says:

    gareth: è che di fatto proponi due strutture lontane dal centro (una lontanissima).
    .
    Escluderei l’ostello di Rivoli non tanto per i chilometri di distanza, ma per l’orario. Dura rientrare entro mezzanotte dalla cena post-Barcamp.
    .
    Il B&B in via Nizza ha senso solo coi mezzi pubblici, ché parcheggiare in zona non è il massimo. E anche lì c’è il problema dei mezzi che ad una certa ora smettono di girare.
    A meno che uno faccia come il 90% dei torinesi nottambuli e aspetta il primo tram alle 5 e 40 ballando tutta la notte da Giancarlo. Ooops. no: Giancarlo è bruciato! 🙁

  • garethjax says:

    A vedere l’elenco degli hotel che hai fornito, sembra che il barcamp sia un raduno di onorevoli che si muovono con l’auto blu e la scorta 😀

    Mi permetto di suggerire un paio di alternative:
    – Macchina muniti: L’ostello di rivoli. E’ una bella struttura, molto pulita, hanno la wifi e la colazione “continentale”. Ve la cavate con 17 euro a persona, con lo svantaggio che dovete essere li per mezzanotte.
    Location fighissima a fianco del castello di Rivoli, cosi’ potete associare il barcamp alla visita del castello e museo d’arte allegato.
    http://www.cooperativadoc.it/strutture.asp?ids=5

    – B&B: questo ci ho portato due gruppi di amici negli anni scorsi e si sono trovati molto bene. 35 euro a persona, vicino al lingotto, passano un sacco di mezzi.
    http://www.bed-and-breakfast.it/pagina.cfm?ID=2481&IDregione=12

  • Odiamore says:

    Hai dimenticato l’hotel Vittoria in via Pomba, carino, prezzi medi ma con un grande vantaggio: un hammam! Vado stasera a provarlo, ma comunque sia la sua presenza a un minuto e mezzo dal mio ufficio temo sarà la fine dei miei problemi economici (nel senso che finirò tutti i pochi soldi che ho sul conto)…

What's this?

You are currently reading Dove dormire per il BarCamp di Torino: una guida incompetente at Suzukimaruti.

meta