Cellulari: detto, fatto – ecco il primo successore dell’E61 e un Blackberry interessante

January 6th, 2008 § 6 comments § permalink

Meno male che c’è il CES, la fiera dell’elettronica di consumo in cui di fatto viene presentato tutto lo scbile digitale.

Già, perché giusto in tempo di CES qualcuno è riuscito a “rubare” la roadmap 2008 della Vodafone e a comunicare al pubblico ansioso (…) quali saranno i cellulari più interessanti in arrivo nel 2008 (in verità ne arriveranno tanti altri).

Giusto ieri parlavo di un successore dell’E61. Eccone uno: si chiama (per Vodafone) Nokia Liam e non è che una delle evoluzioni del cellulare più amato dalla blogosfera italiana.

Com’è? Rispetto all’E61 è più stretto, più sottile, è nero, ha uno schermo più risoluto (320×320: si può dare di più), è HSDPA, ha il GPS integrato, ha una fotocamera posteriore da 3,2 Megapixel e una anteriore per le videochiamate che nessuno fa (a meno che usi Skype). E ovviamente la piattaforma software è la più aggiornata del mercato, con sopra il migliore browser mobile visto su un cellulare (pare, questa volta, con un bel supporto per Flash), con compatibilità nativa con YouTube.

Insomma, è una via di mezzo, come anticipato, tra l’E61 e l’N95. Verosimilmente usciranno più telefoni ispirati a questo form-factor, probabilmente uno con uno schermo da 2,5″ e risoluzione ancora più alta.

Sul fronte Blackberry le prospettive sembrano ottime, anche perché è stato svelato il nuovo modello della serie 8, con finalmente uno schermo ben risoluto (480×320, come l’iPhone) e tutto quello che ci si può aspettare da un Blackberry di fascia alta (wifi, GPS, posta push, tastiera qwert, ecc.).

Ovvio che va provato, perché uno schermo così bello è perfettamente inutile se il telefono ha il solito orrido browser Blackberry, che non “capisce” un singolo CSS ed è inutilizzabile.
Il fatto che il telefono sia sviluppato sullaq nuova piattaforma BB, che è assai potente, fa sperare per il meglio.

Per essere anteprime sono promettenti. Finaqlmente l’E61 ha un erede (io preferivo il look metallico, tuttavia, ma ho gusti da nerd). Il mio portafogli, intanto, freme.

N+E+QWERTY = il cellulare definitivo

January 5th, 2008 § 9 comments § permalink

Come ormai sanno perfino i sassi, da queste parti abbiamo particolarmente apprezzato (è un eufemismo) il Nokia E61, attualmente il migliore business-phone presente sul mercato, diventato un oggetto cult per blogger di ogni ordine e grado (davvero, se do un’occhiata alla top 100 di Blogbabel, vedo almeno una ventina di possessori di E61 di cui sono a conoscenza).

Però diciamoci la verità: pur essendo tuttora the cream of the crop, l’adorabile telefono a forma di calcolatrice anni Settanta sta lentamente facendo il suo tempo. Insomma, è tipico della Nokia fare prodotti leader nel loro ambito e rilanciarne di nuovi ben prima che la concorrenza li raggiunga.

E infatti ecco la buona notizia: l’E61, come concept di telefono, avrà uno o più eredi e usciranno nel 2008!

E’ innegabile, infatti, che attualmente Nokia offre dei prodotti – su tutti l’N95 – che sono infinitamente più potenti e performanti dell’E61, con tanto di mega-videocamera, lettore multimediale integrato a livello hardware, processore potente, ecc.

Però l’N95, con tutto ‘sto ben di dio addosso, continua ad essere una Ferrari con le ruote di una bicicletta: che ce ne facciamo di un cellulare così potente se poi ha uno schermino ancora QVGA (320×240) su cui non si vede moltissimo e non ha una tastiera QWERTY?

Il superamento di questo limite arriverà nel corso del 2008. Alla Nokia si sono svegliati e hanno capito che se combinassero l’E61 con l’N95 creerebbero lo smartphone definitivo (il famoso NE156?)
Lo scoop di oggi di Boy Genius Reports riguarda proprio questo: Nokia trasferirà sui futuri cellulari di classe N (quelli multimediali di fascia alta) le tecnologie sviluppate per i cellulari di classe E (quelli business, austeri, senza fronzoli ma con un accento molto forte sulla produttività personale e soprattutto con una dannata tastiera QWERTY.

Data la notizia, un po’ stiamo godendo, un po’ stiamo sperando. La speranza principale è che una linea di cellulari simili abbia finalmente un display all’altezza della situazione (cioè almeno 480×320, ma qui si tifa per un 640×480) e una batteria che renda il tutto utilizzabile. Per tutto il resto godiamo. Ampiamente.
Resistiamo fino alla seconda metà del 2008.
Intanto, tanto per restare nell’ambito delle cose portatili, magari sollazziamoci con la versione 2 dell’Asus EEE Pc (ragionevolmente quella che sarà venduta in Europa), che – oltre al WiMax integrato sulla nuova piattaforma Intel – a quanto pare avrà il display aumentato ad 8,9 pollici e una risoluzione dello schermo maggiore:(1024×600), pur mantenendo dimensioni e peso identici rispetto alla versione 1.

Where am I?

You are currently viewing the archives for January, 2008 at Suzukimaruti.