N95: prime impressioni

June 4th, 2007 § 37 comments

È un po’ presto per scrivere una recensione accurata del Nokia N95 che gentilmente mi e’ stato recapitato a casa in prova, tramite l’infaticabile Zeno.

Però me lo sono portato dietro per tutto il weekend e ho potuto farmi qualche idea iniziale. Una premessa è doverosa. Devo, infatti, ammettere subito i miei limiti: sono un utente Nokia da tempo immemore e, come saprà chi legge il mio blog, ho una sorta di storia d’ amore con il mio E61, che considero tuttora il migliore business-phone in commercio.

Questo significa che ho un’immediata dimestichezza coi cellulari Symbian e riesco a usarli al meglio delle loro possibilità senza dover percorrere alcuna curva d’apprendimento: ho già dato in precedenza.
Il secondo limite è proprio l’E61, anzi i motivi che mi portano ad usarlo: lavoro prevalentemente in mobilità e uso i telefoni per lavorare, scrivere e-mail, ecc., motivo per cui da tempo ho perso dimestichezza con i telefoni senza tastiera QWERTY (attualmente giro con un E61 e un Blackberry 8700, giusto perché la Tim rende praticamente impossibile usare l’E61 come client Blackberry, anche se può senza problemi: ci è riuscito giusto Granieri).

Fatte le premesse, ecco le impressioni.

ESTETICA

L’ occhio vuole la sua parte e in effetti l’N95 e’bello a vedersi. Immaginate una versione stirata e sottile dell’ N80 e ci siete. Devo confessare che me lo sarei aspettato più spesso, vista la quantità di feature che ha. E invece è sottile.

Ammetto anche che non sono la persona più adatta a giudicare l’estetica di un oggetto: la mia parte razionale apprezza la solidità dello slider, che sembra “forte” nonostante sia alto sì e no 3 millimetri, e il feel gommoso (che favorisce il grip) del corpo del telefono, in un bel color melanzana.

Per l’estetica funzionano meglio parametri empirici: la prova moglie. Prova moglie andata (per me, non per l’N95) malissimo: appena lo ha visto me lo ha sequestrato, ci ha messo la sua SIM e se n’è andata in giro col gioiellino nuovo, tutta felice.

RICEZIONE

Beh, come telefono funziona bene. Si sente molto bene e fa sì che chi ti ascolta ti percepisca chiaramente quello che dici.

Quello che apprezzo dei prodotti Nokia è che, indipendentemente da quanto siano complessi, riescono sempre ad essere telefoni prima di tutto, senza i sacrifici che può richiedere, per dire, un JasJar/Qtek 9000. Non ho abbastanza dati per capire se il telefono “piglia” anche in zone ostiche con poco segnale. Vedremo nei prossimi giorni.

 

AUDIO

L’ idea di avere un cellulare ibrido, cioè che funziona sia come player multimediale, sia come telefono non è nuova, ma in queto caso è portata all’estremo.

In sostanza l’N95 ha una evidentissima doppia vita: basta spostare lo slider verso destra (tenendolo in orizzontale) e compaiono i comandi per un vero e proprio lettore multimediale.
Ho provato a mettere sul telefono un po’ di mp3 e li suona perfettamente, sia in cuffia, sia attaccati allo stereo. Insomma, è un vero e proprio lettore multimediale portatile e non un “telefono facente funzioni di”.
C’è pure un buon sistema per catalogare i brani, basato credo sui tag Id3, che permette la creazione e gestione di playlist.

La vera novità audio dell’N95 sono le casse stereo con effetto 3D. Confesso che ero più che scettico. “Saranno dei cicalini orribili”, mi dicevo.
E invece no. Certo, i Pink Floyd non hanno nulla da temere: il primato del loro impianto quadrifonico live è ancora lì, ma le due casse funzionano, “picchiano” e non distorcono. Non so dirvi sull’effetto 3D, perché gli mp3 di Otis Redding che ho suonato è già tanto se sono stereo.
Però le casse vanno bene, cosa sorprendente, visto che sono piccoline e una accanto all’altra.

 

FOTO E VIDEO

I dati teoricamente dovrebbero mettere a tacere i dubbiosi: ottiche Carl Zeiss, 5 Megapixel, autofocus, flash e capacità di girare video in qualità DVD. Denuncio tutta la mia incompetenza in merito.
Sono da poco un felice possessore di reflex digitale, ma mi trascino in un’eterna fase di apprendimento, quindi capisco poco di qualità fotografica. Posso limitarmi a notare che il Nokia N95 fa le migliori foto che ho mai visto fare ad un cellulare, ma i termini di paragone sono imbarazzanti (il Nokia 6630 e il Treo 650).

In compenso posso dire che non mi sarei mai aspettato su un cellulare la possibilità di gestire il bilanciamento del bianco, gli ISO manuali (o automatici, per i pigri) e altri parametri che distinguono una “macchinetta” da una buona macchina digitale. Insomma, ho trovato opzioni (efficaci e non messe lì per stupire) che a volte non ci sono su fotocamere standalone.

Stesso discorso per i video: visti così ad occhio nudo sono entusiasmanti per qualità visiva e sonora, meglio di molte videocamere vere e proprie. Certo, il controllo dello zoom non è immediato, ma quel che viene fuori non è il prodotto di un cellulare. Detesto girare video, ma con l’N95 ti viene voglia.

Per foto e video vale sempre la regola per cui tutto ciò che catturi con il cellulare si vede molto meglio se trasferito su un computer (soprattutto le foto a 5 Megapixel).

Difetti? Beh, scordiamoci l’ipotesi di fare fotografie a raffica. I tempi di attesa tra uno scatto e l’altro sono lunghi, anche se togliendo la preview della foto appena scattata risolve quasi del tutto il problema. E il tempo di scatto pure. Cioè, premi per fare una foto e dopo un tot inquantificabile il cellulare effettivamente scatta. E magari ti sei perso l’attimo buono.
Spero sia una pecca risolvibile coi prossimi firmware.

 

BROWSER

Questo è uno dei punti forti dell’N95 e dei Nokia del futuro: il browser è un vero browser coi controfiocchi e non una versione scalata e ridotta di un browser reale.

Mi piange il cuore a dirlo, ma questa è una release più nuova del browser del mio amato E61 e funziona ancora meglio, con più compatibilità con javascript e Flash (e in futuro la piena compatibilità con YouTube).

Certo, digitare gli indirizzi con la tastiera numerica (peraltro ottima, con un feel perfetto, forse il pezzo hardware migliore di tutto il telefono) è una rottura, ma che ci posso fare? Avere per le mani un browser VERO è un cambio di prospettiva notevole per gli utenti. Lo sperimento quotidianamente con l’E61: da quando posso realmente accedere ad Internet e non solo ai siti ottimizzati per cellulari, riesco a fare di più e non rinuncio al Web quando sono in mobilità.
Ho provato, per fare un esempio, il browser del mio Blackberry ed è pietoso se comparato al nuovo browser Nokia.

Uno dei meriti accessori dell’N95 è che si può usare sia in verticale sia in orizzontale (capisce – efficacemente – il telefono come orientarsi, in base a come facciamo scorrere lo slider) e questo significa poter navigare la maggior parte dei siti senza dover schiattare a furia di scrolling orizzontali.

Per capirci: riesco a leggere agevolmente il sito di Repubblica, che pure è complesso, pesantissimo e decisamente largo: basta zoomare al 50% e il gioco è fatto. Operazione sconsigliatissima ai presbiti.

 

CONNETTIVITÀ

Ho navigato un paio d’ore via Wi-Fi con l’N95. Come per tutti i Nokia compatibili Wi-Fi, constato che il telefono ha una buona sensibilità (talvolta migliore di alcuni notebook, ma per esempio peggiore del mio Sony Vaio SZ3, che ha la dote messianica di vedere access-point anche nel deserto) e tiene la connessione senza problemi.
Tra l’altro il sistema di gestione delle connessioni Wi-Fi è stato completamente rivisto e reso più facile da usare.

Tanto per non farsi mancare nulla, sull’N95 ci sono pure il Bluetooth (tecnologia che non amo e che tenderei a non provare) e pure una vetusta porta ad infrarossi posizionata su un lato (chi la usa ancora?).

Ho provato brevemente (perché costa cara) una connessione HSDPA, giusto per vedere come va: i siti si sono aperti con la stessa velocità (a occhio) con cui si aprono quando si naviga sotto Wi-Fi.
In quel caso il limite è del telefono, che non è istantaneo nel rendere graficamente i CSS, ma l’impressione è che scarichi bit a manetta.

 

COSA NON HO PROVATO

Nonostante la lunghezza del post, non ho provato un sacco di cose dell’N95. La cosa più lampante è che non ho testato il navigatore GPS.
Cioè, l’ho parzialmente provato, nel senso che ho attivato il GPS interno e l’ho visto triangolare coi satelliti e dirmi – dopo circa un minuto per raccapezzarsi – coordinate, altitudine e velocità.

Dovrei provare il servizio con cui scaricarsi le mappe e le indicazioni stradali, ma mi ci devo mettere. Più tardi nella settimana mi applico. Per ora resta una cosa certa: i dubbi di chi temeva che il GPS interno (chissà poi perché) non sarebbe fuzionato in automobile o in città sono definitivamente chiariti: il GPS funziona senza problema alcuno.

Personalmente non sono convintissimo che il sistema ad abbonamenti per la gestione dei percorsi sia un modello di business vincente (io non mi abbonerei: uso il navigatore per orientarmi ogni volta che vado a Milano e nulla più: pagare un abbonamento mi sembrerebbe eccessivo: meglio comprarsi un TomTom per Symbian a 100 euro una volta per sempre. Oppure no? Il dibattito è aperto.)

 

Non ho provato più di tanto le varie applicazioni installate.
Ne ho vista una per controllare via Web un sistema di sicurezza, ho visto che c’è Quick Office (e non le ottime applicazioni Office di derivazione Psion che ci sono sull’E61: come mai?), che c’è un lettore di codici a barre (che non sono ancora riuscito a far funzionare), che c’è un’estensione per Nokia Lifeblog, che ci sono 2 videogiochi 3D con una grafica superiore alle mie aspettative (faccio pietà in entrambi, tuttavia) e mille altre cose che per ora ho giusto sfiorato (incluso un programmino per aggiungere effetti 3D ai suoni: forse è la volta che pure zio Otis fa un salto nel futuro).

 

E poi non ho provato per niente la durata delle batterie, cosa che richiede tempo e dedizione. Temo non sarà strepitosa, soprattutto se uno si fa prendere dalle mille feature del telefono.
Provo ad usarlo intensamente e capisco quanto tiene, ma sappiate che è un dato empirico e assolutamente inaffidabile.

 

E poi dovrei attaccare il telefono alla TV e vedere che effetto fa. Già, perché il Nokia N95 funziona pure come player multimediale per la TV. Questo significa, per dire, scaricarsi una puntata di Lost in h.264 (o beccare un player DivX per Symbian e usare una puntata in DivX senza problemi) e guardarsela sul televisore. Ovviamente è un’operazione che richiede tempo, ma che tenterò di fare.

 

QUALCHE IMPRESSIONE GENERALE

Il Nokia N95 mi inquieta un po’. Mi spiego: c’è talmente tanta carne al fuoco che ho l’imbarazzo della scelta e lo strisciante disagio di chiedermi se per caso mi sto perdendo qualcosa.
Superato questo disagio dettato dall’abbondanza, la sensazione prevalente è quella di soddisfazione.

Vero, il Nokia N95 fa tutto, ma ha il pregio di farlo in modo armonico. A vederlo così da fuori, il gioiello finlandese sembra un telefono ben fatto, ma non molto di più: vero understatement finnico.
L’understatement mi piace, soprattutto se alla fine il sistema è coerente, coeso, ha logiche di navigazione comprensibili, ecc.
Da questo punto di vista, il fatto di essere un cellulare Symbian è un vantaggio.

Però è un’arma a doppio taglio. Symbian, infatti, significa “attesa”. Se, infatti, il telefono è velocissimo nelle pratiche telefoniche comuni (comporre un numero, pescare una voce dalla rubrica, aprire un messaggio SMS, ecc.), bisogna ricordarsi che non è un fulmine nel fare tutto il resto.

Ormai col tempo ci ho fatto l’abitudine, ma chi è abituato ai tempi scattanti dei vecchi cellulari con interfaccia monocromatica e menù a lista, i primi tempi potrebbe risentirsi (ricordo che sul mio vecchio Nokia 6310 digitavo i comandi come sequenze di numeri e il telefono reagiva istantaneamente).
In ogni caso rassegnatevi: l’N95 è esattamente veloce o lento quanto gli altri telefoni Symbian. Ci si convive benissimo, basta non essere nevrotici.

Un aspetto estremamente positivo è lo schermo: ampio, con una buona risoluzione e decisamente luminoso (lo tengo due tacche sotto il massimo ed è più luminoso dell’E61 al top). Ho provato a scaricare qualche video e confesso che non si perde un pixel. Tra l’altro dà il meglio di sè con i video girati in qualità VGA a 30 fps: l’esperienza visiva è notevole.

 

OK, MA ME LO DEVO COMPRARE?

È un po’ presto per farmi questa domanda, anche perché l’acquisto di un cellulare non è un’operazione generica, ma un’attività da compiere sartorialmente sulle proprie necessità.

Provo a rispondere alla prima domanda che viene naturale, guardando un N95: a chi può servire?
Beh, un telefono che fa foto strepitose, che gira video in qualità DVD, che funziona come lettore multimediale audio e video e già che c’è ti consente di navigare in mobilità mi pare palese che sia orientato, fin dalla sua nascita, per il tempo libero.

Mi spiego: un utente business che passa molto tempo in mobilità ha bisogno solitamente di due cose: essere always-on e gestire le incombenze di lavoro in fretta.
Questo significa avere un cellulare con una buona autonomia (per poter comunicare a voce), con una buona connettività e con strumenti adeguati per comunicare per iscritto in fretta.

L’N95 ha una tastiera numerica (ottima), ma non una QWERTY, quindi va benissimo per lavoratori “stanziali” in transito, ma molto meno bene per chi deve fare del serio mobile office, a meno che ci si procuri una di quelle tastierine Bluetooth Nokia di cui tutti dicono cose ottime.

Io so solo che se facessero un N95 con una tastiera che spunta pop-up da un lato, come alcuni HTC, sarei già in negozio a comprarlo (insieme a 2 o 3 batterie di ricambio).

Ok, esclusi i “manager nomadi”, che peraltro sono una minoranza, il resto del mondo può senza problemi fiondarsi sull’N95, che garantisce, al di là della telefonia, grandi feature per ritrarre la vita quotidiana (foto, video, ecc.), ottime opzioni per intrattenersi (lettore musicale, lettore video, ecc.), un browser tuttora impareggiato sul mercato mobile e un navigatore satellitare che non guasta mai.

In più, per situazioni light o di emergenza, ecco la suite QuickOffice per creare ed editare documenti per lavoro e, ovviamente, un client e-mail perfettamente integrato nel sistema interno di messaggistica.

Insomma, il Nokia è palesemente un cellulare ecumenico, che non può che andare bene a chiunque utilizzi un telefono con tastiera numerica.

Nei prossimi giorni lo provo un po’ più intensamente. Se avete dei dubbi sul telefono, lasciateli nei commenti e cerco di rispondervi.

§ 37 Responses to N95: prime impressioni"

  • for those... says:

    ed è risaputo che fa un po’ male
    però poi è una goduria. E poi il ragazzo impara in fretta, vedi? Già è scomparso l’URLATO.
    Tranquillo umby, sembra cattivo ma è solo un geek informatico! 😉

  • ... says:

    ma lo sei o ci fai???
    (il simpatico)

  • Suzukimaruti says:

    ed è risaputo che fa un po’ male

  • UMBY says:

    mi scuso con tutti ma sono ignorante in materia, per me è la prima volta.

  • Suzukimaruti says:

    E’ che sto giusto scrivendo un cacchio di documento in cui devo spiegare alla gente la differenza tra forum e blog.
    E mi viene una voglia incredibile di aprire Word e scrivere “ma cazzo, è evidente la differenza, non la vedi? Ma sei scemo!!!?” (da leggersi con lo stesso tono con cu Bisio diceva “Oooh chissà chi si nasconderà dietro SuperPippo. Cazzo, è Pippo! Ma siete tutti rimbambiti a Topolina!?”

  • for those... says:

    ultimamente sei diventato un po’ intransigente*, neeh! 🙂

    *i tuoi detrattori avrebbero usato il termine “rompiballe”! 🙂

    UMBY, a scanso di equivoci, non sentirti difeso dal mio intervento. Scrivere in stampatello è quanto di più fastidioso si possa trovare in rete.

  • Suzukimaruti says:

    umby, questo non è un forum ma un blog (ti prego, documentati e capisci la differenza).
    Il post è vecchio di mesi e non lo commenta più nessuno.
    E soprattutto non lo si commenta tutto in stampatello (e non lo si firma, essendo un commento).

  • UMBY says:

    SALVE A TUTTI,
    FACCIO USO DELLA TIM (SCHEDA) E VORREI SAPERE SE MI CONVENISSE COMPRARE UN N95 MARCHIATO TIM OPPURE NO.
    OGGI FACCIO USO DEL PALMONE TREO 650 E LE UNICHE RAGIONI CHE MI PORTANO A CAMBIARLO SONO L’ANTENNA GPS INCORPORATA E IL SISTEMA WI-FI.
    NON SO SE FACCIO BENE, VORREI UN VOSTRO CONSIGLIO.
    SINCERAMENTE IL FATTO DELLA “BOLLETTA SALATISSIMA” (DI QUANT’è) DA PAGARE PER LA NAVIGAZIONE MI STA UN Pò FRENANDO DATO CHE NON NE FACCIO MOLTO USO (ANCHE SE RITENGO QUESTA FUNZIONE “COMODISSIMA” PER ALCUNE SITUAZIONI).
    UMBY.

  • Roberto says:

    Anche il mio n95, bello… molto bello… unica pecca il navigatore. Ho scaricato le mappe dal sito nokia e non mi connetto con il gprs per la navigazione, ma prima di agganciare i satelliti occorre più di 5 minuti….. ed onestamente il gioco non vale la candela!!! Ottimo tom tom per navigare… ma con il gps del nokia… dovremo aspettare ancora un pò…

  • Dorian says:

    Confermo quanto scritto da Dusva sull’N95.
    Questo gioiellino c’è l’ho dal 1° settembre, dopo averlo seguito per 8 mesi su internet; ho scoperto sulla propria pelle che la gestione GPS/Mappe è ottima ma a scapito di una bolletta salatissima. In America è tutto gratis ma qui in Italia i gestori te li fanno pagare cari i pacchetti dati. Ho scritto incazzato alla responsabile Nokia Italia perchè ho scoperto dopo 2 settimane il lancio del 6110 con Route66 precaricato ed in più una SD di 256 Mb nella confezione con mappe europee. Quindi a fronte di un’elevata qualità costruttiva (bravi ingegneri Nokia) la gestione commerciale della casa madre è vergognosa. N95 €595,00, 6110 €420,00 con SD 256 Mb. Spiegatemi se per voi c’è una disparità di trattamento

  • Dusvaleo says:

    Ciao raga,ieri ho fatto l’acquisto…ho caricato il gingillo tutta la notte…l’ho preso questa mattina alle 8…alle 15:00 batteria finita e tel spento!!!!
    Ammetto che ho smanettato un pò ma vi assicuro nemmeno troppo… :((((
    Mi hanno detto che all’inizio fà così..ma proseguendo con le fasi di carica scarica della batteria l’autonomia arriva dopo circa trè settimane a un dì e mezzo….(forse perchè ti sei stufato di smanettare????.)
    Comunque…
    Il GPS ci mette una vita ad agganciare i satelliti…tipo sono dovuto stare con il telefono in mano nel mio piazzale per 5 minuti buoni prima che desse segni di vita….
    , in macchina non ne vuol sapere di funzionare,è in continua ricerca satelliti

    Il resto è più che soddisfacente (fotocamera,video etc..)

    Comunque ammetto che mi rode aver speso 550€ ed avere un oggetto che ha queste pecche…
    attendo vostre segnalazioni per sapere se i vostri funzionano meglio….

    Salutoni

    Dusva

  • laura says:

    ma io posso scaricare film e vederli sul mio nokia n95?

  • paolo says:

    Guarda, se posso integrare quello che ti ha consigliato il buon suz, è abbastanza semplice. Io l’ho fatto con vodafone: se vai su blackberry italia trovi un curatissimo tutorial, anche in video. Tieni conto che: 1 non deve essere marchiato tim (nel qual caso devi installarci sopra il firmware nokia) 2 il firmware deve essere abbastanza aggiornato (controlla la compatibilità sul sito) 3 con tim fino a poco tempo fa non funzionava, gli operatori richiedevano espressamente hardware rim (non ho notizie recentissime a riguardo, però) 4 ti consiglio di scaricare il software dal sito della nokia, e non da cd, l’hanno aggiornato di recente, prima dava problemi di connessione, ora funziona decisamente bene.
    Capisco possa sembrare laborioso (in effetti lo è). Non ti conviene settare il recupero automatico ogni 30 minuti con un normale account pop?

  • Suzukimaruti says:

    io alla fine ho preso un blackberry da affiancare all’E61.
    Funziona cosi’: installa il software Blackberry sull’E61 (e’ sul cd-rom del telefono, ma ne sono uscite varie versioni piu’ aggiornate e devi avere quelle: le trovi sul sito Nokia for Business), poi chiama la TIM (o l’operatore telefonico che hai) e chiedi che ti passino (o ti facciano richiamare) un esperto Blackberry.
    Poi gli spieghi.
    In sostanza hai bisogno di due numeri. Uno e’ l’IMEI del telefono e lo trovi sulla scatola. L’altro e’ il PIN (niente a che vedere con la password con cui qualcuno blocca i telefoni e che e’ anch’essa chiamata PIN), che si trova sulla scatola dei Blackberry o che l’addetto Tim (o di un altro operatore) puo’ generare per il tuo terminale.
    Quindi dopo aver spiegato, chiedi all’omino del call-center di assegnarti un numero di PIN e attivarti il servizio Blackberry (costa 12 euro ai privati e 10 euro agli utenti business, al mese).
    Tempo 20 minuti dovresti poter configurare tutto.
    Se per caso l’omino glissa o dice che non e’ possibile, scassa il cazzo, insisti, chiedi che ti passi un altro, richiama, protesta. Granieri facendo cosi’ ci e’ riuscito. Ma e’ praticamente l’unico che in Italia usa l’E61 come Blackberry.

  • stefigno says:

    Sono sicuro che l’E61 abbia tante ma tante potenzialità…, solo che vorrei riuscire a farlo funzionare alias Blackberry …magari granieri mi puoi aiutare ( ma è off da tempo) e gianluca commentatore senza link anche ….
    Chi mi viene in aiuto ???
    gentili sempre..

  • Suzukimaruti says:

    Kira, con questo principio uno non si compra mai un cellulare. La tecnologia diventa obsoleta nel momento in cui la si compra. Che ci vuoi fare.

  • Kira says:

    Ma se ne dicono molte sulla futura uscita di un N 96 o addirittura N 97…ankora + potenti ovviamente…conviene spendere tutti quei soldi? magari è una domnda stupida ma dal momento che ho intenzione d spendere dei soldi x rifarmi il cellulare(anke se è limitativo chiamarlo così 🙂 ),nn saprei se fiondarmi sull’ N 95 o attendere i “probabili” N 96 o N 97…ke ne dite?

  • Suzukimaruti says:

    per quanto ne so, l’N80 si collega senza problemi alle reti wifi. Magari le reti fuori casa tua sono protette e necessitano di password.

  • Daniel says:

    ciao senti vorrei sapere se sei riuscito a connetterti facilmente con il wifi perchè io con il mio n80 ci riesco solo quando uso la rete di casa mia . Puoi dirmi anche che versione ai provato perchè nè ho viste due in negozio e non mi sono riusciti a spiegare la differenza .

    ciao grazie

  • Suzukimaruti says:

    rispondendo piu’ seriamente ai rilievi di marchettamento: il discorso e’ lungo e merita un post a parte su concetti come reputazione, credibilita’, distinzione tra mercato e marchetta, ecc. Non e’ certo una questione nuova (nemmeno per i blog: sono polemiche vecchie come il cucco e c’erano gia’ negli anni Novanta quando facevo il giornalista tecnologico, cosi’ come ci sono state recentemente quando negli States le agenzie di PR hanno iniziato a lavorare sui blogger), ma forse merita una declinazione in salsa italica.
    Prometto che ci faccio un post.

  • Suzukimaruti says:

    ah, ecco.
    (tipo che se non fosi un signore dovrei rispondere con una battuta sulla sorella di EdTv :-))

  • PatBateman says:

    Zona di battuage. luogo per eccellenza di marchette e pompini
    a milano.

    😉

  • Suzukimaruti says:

    edtv: non so cosa è piazzetta trento

  • EdTv says:

    l’hai scritto da Piazzetta Trento
    sto post?

  • Telemaco says:

    @Suzukimaruti: Sto marcando stretto l’N95 (mi voglio fare un regalone) e questo post e’ sicuramente una spinta in piu’ a comprarlo. Qualche info in piu’ sul GPS da cio’ che leggo in giro: ci si lamenta molto per il fatto che il ricevitore non e’ molto potente, in un rapporto 3/8 rispetto ad un TomTom tradizionale. In pratica, oltre a metterci un po’ per localizzarti, si rischia di perdere il posizionamento una volta in moto. La Nokia consiglia di utilizzarlo con lo slide/tastiera aperto, e inclinato di 45°: provalo e facci sapere! 🙂

    Ancora, gli utenti TIM paiono lamentarsi molto di piu’ riguardo al software (freeze e reset frequenti), mentre gli utenti Tre sono piu’ che soddisfatti, di qui l’ipotesi che sia il Dual Mode a render dura la vita alle schede Tim. Non so che firmware monti quello che hai provato tu, ne’ che provider utilizzi: dettaglia dettaglia! Io pensavo di prenderlo marchiato Tre approfittando dell’offerta di connettività che stanno per lanciare.

    @markingegno: tastierino bluetooth!

  • Suzukimaruti says:

    Un po’ di risposte:

    – Gareth: infatti temo che la batteria sia critica. Sto testandolo in questi giorni per capire quanto dura. Non sono ottimista. Vediamo
    Concordo che l’N95 e’ un cellulare da blogger. Basta che sia un blogger che scrive poco. 🙂
    In verita’ e’ un ottimo tool per reporter diffusi.

    – ioio: il software per ora e’ stabile. Tieni conto che – soprattutto nelle prime fasi di diffusione di un prodotto nuovo – Nokia fa uscire un bel po’ di aggiornamenti del firmware. Col nuovo firmware (ma anche col vecchio, a dire il vero) va che e’ un piacere e resiste anche a cose critiche, tipo tenere 3 finestre del browser aperte e contemporaneamente editare un documento o maneggiare una foto.
    L’impostazione del wi-fi e’ facile. Anzi, e’ ancora piu’ facile che sull’E61.
    Il cellulare di prova e’ arrivato senza scheda di memoria (ne ho messa una mia da 1 Gb). Internamente ne ha tanta, a giudicare dal numero di foto che ospita.
    Esiste unbranded (tutti i cellulari Nokia esistono unbranded) ed e’ quello che sto usando. Unbranded e’ un po’ piu’ caro, di solito.

  • Suzukimaruti says:

    markingegno: non c’e’ alternativa all’E61 (o l’E61i, che ha la fotocamera in piu’).

  • raffaele says:

    Presto lo comprerò…

  • markingegno says:

    Il mio prossimo palmare *deve* avere una tastiera qwerty, preferibilmente a scomparsa, quindi l’n95 e’ escluso.

    Mi piacciono HTC Kiaser e Toshiba G900, ma vorrei qualcosa con OS non winzozz.
    Mi suggerisci un’alternativa Symbian (o altro) all’altezza dei due citati?

    Grazie

  • Luca Moretto says:

    mi serviva proprio una tua chiara recensione, sono ancora intenzionato all’acquisto di questo gioiello Nokia.
    Aspetterò altre news…
    oppure se mi viene in mente qualcosa te la chiederò.

  • gommaweb says:

    Secondo me ora ti arriverà anche un mac per convincerti che sono ottimi prodotti… Mannaggia a me e a non aver mai sviolinato Microsoft o Nokia come te, Maestro! 😉

  • ioio says:

    Sono contento di usarti come cavia perchè era mia intenzione comprare questa belva in attesa dell’iphone (lo so loso questo è molto molto meglio etc etc non riapriamo la discussione… :)). Come è il software? stabile? Non crasha ogni piè sospinto? O rallenta terribilmente appena apri 2 cose insieme? L’impostazione delle connessioni Wi-Fi è facile (domanda fatta da un utente Mac come me che appena accende il portatile è già connesso senza dover fare niente. Considera che per me impostare il wifi sul P990 è stato un incubo e ancora non funziona come dovrebbe)? Con che dotazione di memoria te lo danno? Esiste unbranded? Grazie e buon lavoro 🙂

  • A X E L L says:

    magari l’infrarosso serve proprio per il programmino del codice a barre 🙂

  • garethjax says:

    Il mio adorato N80 ha “quasi” le stesse features (chiaramente la fotografia è di qualità minore e il video è di qualità “youtube” inoltre manca anche il gps integrato e il browser standard è un pò vecchio stile).
    .
    Il grosso problema di questi cellulari ricchi di funzioni è la durata delle batterie: ho fatto qualche prova durante questo weekend ligure, facendo foto, facendo un video, insomma giocherellandoci parecchio. La durata delle batterie crolla mostruosamente e nel giro di 3-4 ore si arriva all’ultima tacca. :-/
    .
    Secondo me possono essere strumenti da “blogger” o “vblogger”, ovvero possono servire per generare foto “al volo” su cui fare riflessioni. O potrebbero essere utili per una sorta di “real tv” autoprodotta sul web. Con l’applicazione “director” che c’e’ assieme è possibile fare delle simpatiche videosigle usando foto e videi presenti sul cellulare.
    .
    Il quickoffice dell’n80 fa solo visualizzare documenti, nel n95 li fa creare ?

  • Gianluca says:

    Ciao, se ti interessa qualche info maggiore, anche io sono riuscito a far funzionare il Blackberry sul mio e70… anzi, ci sono riuscito anche con un 9500 communicator… il trucco sta nel cosa dire all’assistenza TIM. Se ti interessa scrivimi una mail in privato e ti dico.

  • Suzukimaruti says:

    paul:
    .
    1)no,c’è un sano e sospiratissimo minijack stereo.
    2) Sì, il browser del Blackberry fa così schifo: non capisce i CSS (tipo che mette i titoli giganteschi a tutto schermo, sbaglia a centrare i riquadri, ecc.).
    Il browser dell’E61 è lo stesso di quello dell’N95, solo una release più indietro. Conta che sono i migliori browser disponibili su cellulare (perché non sono browser mobili ma veri browser)

  • paul says:

    Raccolgo l’invito.

    Curiosità:

    1) l’attacco per le cuffie è di formato proprietario? Se così è, esser costretti ad usare le cuffiette della nokia, mi pare un controsenso.

    2) Fa così schifo il browser del blackberry? Anche rispetto al browser dell’e61? E quello dell’N95 gestisce i feed?

    Grazie molte.

What's this?

You are currently reading N95: prime impressioni at Suzukimaruti.

meta