Dalla parte di Rivera e contro CGIL, CISL e UIL

May 1st, 2007 § 26 comments

“Il Papa ha detto che non crede nell’evoluzionismo. Sono d’accordo, infatti la chiesa non si è mai evoluta”.
“Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby. Invece non è stato così per Pinochet, per Franco e per uno della banda della Magliana. E’ giusto così: assieme a Gesù Cristo non c’erano due malati di SLA, ma c’erano due ladroni”.

Queste sono le parole che Andrea Rivera (che non so chi sia) ha pronunciato oggi pomeriggio dal palco del Concertone del Primo Maggio. Sì, quel concertone dove per qualche strana geometria burocratico-sindacale è tassativo non parlare di politica.

E il bello è che le sacrosante parole di Rivera si sono prese una reprimeneda fascista e insultante dai 3 sindacati. Francamente mi chiedo che credibilità sperino di avere i burosauri della Triade se invece che difendere e organizzare i lavoratori se la prendono con chi esprime posizioni contro l’inciviltà e la barbarie della Chiesa.

Mi inquieta davvero che le presunte avanguardie del movimento dei lavoratori italiani siano così bigotte, stupide e prese dall’ansia di legittimarsi da non capire da che parte stare.

Sì, perché in questo cacchio di paese c’è la libertà di culto, ma c’è anche e soprattutto la libertà di critica. E chi fa i funerali ad un assassino come Pinochet e non ad un poveraccio come Welby merita di essere criticato.

CGIL, CISL e UIL, vergogna.

§ 26 Responses to Dalla parte di Rivera e contro CGIL, CISL e UIL"

  • degra says:

    a quel livello il non osteggiare è già un appoggio implicito per poter continuare ad esistere pressochè indisturbati (e con tanto di Concordato, che non è poco!)…
    Sì, anche i cattolici sono finiti nei lager, ma non in quanto cattolici, bensì per aver manifestato il proprio dissenso (o non aver manifestato assenso) al regime, aver aiutato gli ebrei e/o gli alleati, ecc… Se se la fossero presa direttamente con i cattolici come con gli ebrei per motivi “razziali” avrebbe potuto essere ben peggio, visto che erano anche più semplici da trovare: in Europa tra cattolici ed ebrei ce n’erano un bel po’. In Cile, peggio ancora, visto che in sudamerica sono molto più religiosi che qui…

  • hobo says:

    Degra, non è che la chiesa non ha osteggiato apertamente Mussolini, Franco, Salazar e Pinochet, li ha appoggiati proprio, ha contribuito in maniera decisiva alla loro legittimazione. E se il paganesimo del nazismo impediva di fatto alla chiesa di appoggiare espressamente il regime hitleriano, non è stato un ostacolo nell’operazione Odessa (la fuga dei gerarchi nazisti in Sud America, dopo la guerra, avvenuta con la copertura decisiva della chiesa).
    Poi guarda che nei campi di sterminio non ci sono finiti solo gli ebrei: omosessuali, rom, oppositori vari. Molti di questi erano anche cattolici.

  • degra says:

    Quello che ha detto Rivera, pur giusto, può essere qualunquista: d’altra parte la Chiesa è un’istituzione bimillenaria e non può essere al passo coi tempi e non può ragionare con la logica di una persona (media) su chi meriti o meno il funerale religioso. E la presunta debolezza con i forti (Hitler, Pinochet…) dev’essere vista anche come protezione di tutti quelli che fanno parte della Chiesa stessa: se il nazifascismo fosse stato condannato ed osteggiato apertamente, nei campi di sterminio ci sarebbero finiti molti più dei milioni di ebrei e, nonostante fosse moralmente giusto condannare quei regimi, sarebbero stati i preti ed i fedeli a rischiare la vita per colpa di una posizione presa dall’alto. Ovvio che nessuno si potrebbe prendere una responsabilità simile.
    È molto più semplice condannare o riabilitare a posteriori, quando il rischio non c’è più…
    Mentre a negare il funerale a Welby non si rischia nulla.
    La cosa che fa più specie, è come tutti (sindacati, politici, RAI) siano corsi a dissociarsi da Rivera, accusandolo di volersi fare pubblicità (il che è clamorosamente evidente, ma non toglie che abbia detto cose vere) e, in questo modo, facendogliene ancora di più, complice l’Osservatore Romano…

  • pacio says:

    A proposito, direi – dal blog di Daniele Luttazzi:

    Il blocco

    Avendo saputo da un uccellino che sarei tornato in tv con Biagi, ieri Repubblica e l’Unità mi hanno intervistato. Nei due lunghi colloqui, in cui ho parlato del blocco industriale-politico-mediatico che governa l’Italia con logiche di clan, mi è stata chiesta un’opinione sul Partito Democratico, la cui nascita entrambi i quotidiani hanno sostenuto con forza. L’ho definito una inevitabile stronzata e ho spiegato perché ( vedi post ). Oggi nessuna delle due interviste riporta questo mio giudizio politico, pur dilungandosi sul tema della censura berlusconiana. Ecco, è così che funziona, il blocco.
    By Daniele Luttazzi at 1 Maggio 2007 – 10:06

  • Bandiagara says:

    Andrea Rivera e’ una delle poche persone vere che non si genuflettono a questi venduti che si autoproclamano i nostri censori,quando ormai la loro unica preoccupazione e’ tenere insieme la coalizione per altri quattro anni senza fare piu’ niente.Da quando il Governo Prodi ha rischiato di cadere sull’Afghanistan grazie alle due volpi è MORTO. E nessun Partito Democratico lo salvera’.
    Hasta La Victoria Siempre.

  • discobambina says:

    su RIVERA vi aiuto io da Roma.
    andrea rivera è conosciuto a Roma da anni perchè ha passato molte sere nelle vie di trastevere con la chitarra a recitare e cantare esattamente come ha fatto sul palco del primo maggio. Io frequento molti dei posti dove lui si esibisce e posso dire che e’ un giovinotto in gamba e intelligente -non sono la sua pr ma l’ho incontrato un paio di volte- che si ispira al teatro canzone. Frequenta gli ambienti del teatro romano come appassionato e come tecnico (per anni ha anche fatto il macchinista al teatro dell’opera ecc.). Ha iniziato ad avere un po’ di visibilità quando è riuscito a fare uno spettacolo teatrale dei suoi interventi trasteverini. Da questo poi fu segnalato alla Dandini. infatti se vi ricordate il primo anno dalla Dandini si esibiva alla fine della trasmissione in diretta. Gira voce che anche la Dandini dovette “filtrarlo”-uff, ma perchè poi- tramite l’idea del citofono, che, ovviamente, è in differita. Ho visto Rivera presentare anche eventi in piazza del popolo per i disabili ecc.e mi stupisce molto la reazione dei sindacati che trovo molto codarda, Rivera è stato in linea con se stesso, e per quel che lo conosco non mi stupisce. Mi stupisce di piu’ questo falso “casco dal pero” degli organizzatori.
    c’e’ anche un http://www.andrearivera.it/

  • Er frittata says:

    omnimo=omonimo…vai a capire la tastiera!

  • Er frittata says:

    Rivera e’ stato un fuoriclasse come il suo omnimo calciatore: devo dire che ultimamente provo un’insano piacere per gli interventi a gamba tesa…

  • Suzukimaruti says:

    Manolo: può anche essere fuori luogo l’uscita di Rivera, ma è legittima (e personalmente ne condivido il merito, non il metodo).
    Ma è terribile che non un singolo politico italiano – nemmeno Bertinotti – abbia il coraggio di dire “concordo”.
    .
    Questi mi sembrano i sintomi di una sudditanza psicologica della politica nei confronti della Chiesa. E bisogna fare qualcosa per liberarsi da questo giogo.
    .
    Cioè ormai l’unica opzione patriottica in questo Stato è difenderne la laicità.

  • Suzukimaruti says:

    steste35: mi sembri molto confuso e, come tutti i confusi, qualunquista.
    .
    Cioé, alla Chiesa non mancano certo spazi sui media italiani, senza contare che ha pure i suoi (radio, tv, giornali, ecc.).
    .
    Quindi se uno la attacca nell’ambito di una manifestazione di parte (perché il concerto del Primo maggio è una manifestazione di cgil cisl e uil), ha tutto il diritto di farlo.
    .
    Inquieta, invece, che dire semplici verità (perché quel che ha detto Rivera è suffragato da fatti: davvero la Chiesa ha fatto il funerale a Pinochet e non al povero Welby. E meno male che la Chiesa dovrebbe stare accanto a chi soffre!) porti ad essere definito un terrorista.

  • Suzukimaruti says:

    I commenti in stampatello (gridati) non giovano alla discussione, al di là delle buone intenzioni.

  • cesibar says:

    RISPONDO A STESTE35(secondo commento sopra).LA CHIESA,PER FORTUNA NON RISPONDE CON LE ARMI,CI SONO VOLUTI SECOLI ,PER DISARMARLA DEI PATIBOLI E DEI ROGHI DI CUI HA FATTO LARGAMENTE USO NEL CORSO DELLA SUA SNGUINOSA STORIA.PER CUI QUANDO DICI CHE HAI RILEVATO COMMENTI DI PERSONE STUPIDE E DEFICENTI FRA QUESTI C’E’SICURAMENTE IL TUO.CERCA
    COLLEGARE IL CERVELLO ALLA BOCCA PRIMA DI ALITARE STRONZATE;MA LA TUA ,PENSO,E’SOLO SOLO IGNORANZA E IL TUO ATTACCO NON E’PRETErintenzionale
    in fondo penso che sei UN POVERO DIAVOLO

  • man0lo says:

    macchè bigotte. a me le parole di rivera sembravano semplicemente fuori luogo. è la festa dei lavoratori? e parla dei lavoratori cazzo. di quelli che muiono nei cantieri. cosa c’entra il papa con le morti bianchi?eh andiamo

  • steste35 says:

    … premetto che della chiesa me ne frega poco, di sicuro mi frega ancora meno dei sindacati e di pedofili ne volete vedere a migliaia tra i cosidetti lavoratori … ma chi sono poi i lavoratori che tanto si decantano in Italia non ne vedo …

  • steste35 says:

    fino ad ora ho letto commenti di persone “stupide e deficenti … culturalmente “zero” si cerca solo di alimentare l’odio e basta, Rivera ha detto cose da cretino e fuori luogo, ha attaccato la chiesa che come si sa non risponde con le armi ma si sarebbe guardato bene da attaccare altre fedi che non ci avrebbero pensato su due volte a fargli il culo … facile sparare a zero contro chi non si difende, facile e vigliacco come chi ha fatto commenti stupidi qui su!

  • Io trovo schifoso che nessuno abbia ricordato che poche settimane fa in messico i vescovi avevano promesso di far scorrere il sangue di chi aveva sostenuto o praticato l’aborto.

    Se quello che ha detto Rivera è terrorismo, questa cosa qui cos’è?

  • cesibar says:

    RIVERA-VATICANO(1-0)e’deplorevole che le accuse a rivera arrivino da tutti i punti…CARDINALI!!l’uomo politico medio italiano e i sindacalisti in genere si sono rivelati dei veri PAPAMOLLE.

  • god dog says:

    giovani, é ora di spazzare via questa generazione di LADRI e AVVOLTOI, a caccia dei nostri soldi, della nostra VITA :

    -1 coppia con figli l’I.C.I. (tassa sulla casa) la paga al 100%

    -tutti gli immobili della Chiesa l’I.C.I. non la pagano !!! (e i preti fanno pure i pedofili con i nostri figli)

    Cosa sono questi privilegi d’Ancient Regime ?? L’hanno fatta la Rivoluzione (Francese) e ne hanno fatti fuori un po’ di preti e pretacci e dei loro SPORCHI privilegi, ma sono passati duecento anni e si sono rifatti sotto.

    Peggio dei gremlins, ci stanno di nuovo inculando: giovani, non abbassate le armi !!

    Dittatori e Vescovi andavano a letto insieme !

  • pakistano says:

    Concordo con suzuki, parola per parola.
    adesso il povero Rivera secondo l’Osservatore Romano è diventato un terrorista per aver detto la verità.

  • Sono d’accordo con Suzukimaruti. Anche perché in un primo maggio serio, certi temi dovrebbero essere trattati…e come sempre la cosa che mi fa incazzare è che lui ha citato dei fatti realmente accaduti, delle dichiarazioni fatte. Quindi i sindacati avrebbero dovuto specificare che fuori luogo sono SEMPRE le cazzate che dice il papa insieme ai suoi amici chierichetti della cei.
    Sui tre moschettieri che posso dire…non fanno i sindacati, non tutelano i lavoratori ma semplicemente pensano a fare politichetta di pessima qualità made in Italy.

  • Suzukimaruti says:

    Mark: da un lato la penso un po’ come il buon Bordone. I modi e i tempi dell’uscita di Rivera sono stati pessimi, non ci piove.
    Infatti non c’è scritto da nessuna parte che Rivera mi è piaciuto (per di più io cerco di guardare il concerto del Primo Maggio il meno possibile, altrimenti mi trasformo in Egidio Sterpa).
    .
    Il mio problema sono i sindacati. Ammesso che Rivera l’abbia fatta fuori dal vaso (c), i segretari della triplice hanno fatto peggio, questo è il problema. Infatti Bonanni, Angeletti ed Epifani non hanno detto qualcosa tipo “l’uscita era legittima ma fuori luogo”, ma direttamente “ha detto cose stupide e sbagliate”, il che è ben diverso.
    .
    Quindi se un comico sbrocca non è un dramma. Se lo fanno i 3 leader dei 3 più grandi sindacati in Italia, mi preoccupo e mi incazzo.

  • Mark says:

    Avevo in mente tutta una risposta bella lunga. Iniziava con un cappello introduttivo che spiegava quanto io non sia il tipo sospetto di simpatie clericali (sono di sinistra, omosessuale, le suore dell’asilo mi menavano, eccetera. Di questi tempi, meglio specificare bene prima: io amico, io dalla vostra parte, augh). Senonchè Rivera ha sbagliato tutto, ma proprio tutto. Quando ha detto quello che ha detto, un poco di prurito alle mani mi è venuto. Sostanzialmente, per tutti i motivi che vengono spiegati qui:
    http://www.freddynietzsche.com/2007/05/fuori_dal_vaso_15.php

    ps. leggo sempre questo blog, ma questo è il secondo commento che scrivo. Entrambi portavano unlink a Bordone. Vorrei specificare che non sono il suo pr.

  • ilrai says:

    Non sapevo che esistesse Andrea Rivera ma ha ragione. Basta, i preti hanno rotto le balle come TelePapa (Rai1). La chiesa è diventatata la vergogna e in Tv ci sono minuti e minuti su quel grattaculo pedofilo del papa che va a Vigevano a farsi fare le scarpe. La triade è indecente, Cazzo, dite qualcosa da sindacalisti. Non di sinistra, da sindacalisti!
    Que viva CNT

  • Francesco says:

    Francamente quando ho letto che “il citofonista della Dandini” (che vorra’ dire poi?!), presentatore del concerto, si era beccato le critiche di tutti i dirigenti del sindacato e della direzione di RAI3 (ci mancava no?!) per quella che definirei una mancanza di ecumenico-vogliamoci-bene mi son chiesto cosa mi fossi perso negli ultimi anni. E’ da un po’ che seguo distrattamente e da lontano il mondo dei sindacati ma che si potesse arrivare a una situazione paradossale, in cui il leader della CGIL difende la Chiesa-Istituzione contro una critica fondata e veritiera… siamo su Marte?…

    Ciao, f.

  • é quello che fa le interviste al citofono a Parla con me , il programma della Dandini .

    E comunque i sindacati sono sempre piu’ indecenti …

  • regulus21 says:

    Sono con te e con la tua incazzatura!

What's this?

You are currently reading Dalla parte di Rivera e contro CGIL, CISL e UIL at Suzukimaruti.

meta