Lost 3×07 – Not in Portland (in effetti…)

February 10th, 2007 § 6 comments

Mettiamola così. Primo: il ritorno di Lost, che negli Stati Uniti è stato spostato di orario per non confliggere con “American Idol” (cioè la versione yankee di “Amici” di Maria De Filippi) è stato un successone, tenendo conto della fascia. Teniamo da parte tutte le considerazioni su un popolo che preferisce a Kate e Sawyer della gente sgradevole che canta e balla cose sgradevoli.

Secondo: maltrattiamo un po’ il titolo di un grande film (in verità massacrato all’epoca da critica e pubblico, ma fa lo stesso) e riassumiamo la puntata 3×07 dicendo solo “la mia droga si chiama Juliet”. Uno dei meriti di Lost è che riesce perfino a farmi concedere delle licenze al mio talebanismo pro-brune, il che vi assicuro non è facile.

In ogni caso, grande puntata in cui la tensione si taglia con un grissino, con – come dice Svaroschi – un evidente momento alla Final Destination, che tutti quanti abbiamo colto con sommo piacere.

Puntata citazionista, tra Star Wars (l’avete notato che Sawyer ha fatto tutto il tempo battute basate su guerre stellari, inclusa una sugli Ewok?), Arancia Meccanica (la stanza 23 è un mio mito: qui trovate il video in Youtube) e Fuga da Alcatraz. Con in più un po’ di dramma medico (e per una volta Jack stronzissimo, genere Dr. House), una inquietante citazione di Jakob/Giacobbe (riferimento biblico o riferimento al misterioso Jakob, compilatore della lista dei naufraghi da “rapire”?), una nuova (o vecchia conoscenza?) corporation dai modi misteriosi e pure un nuovo personaggio con un nome da filosofo (Edmund Burke).

§ 6 Responses to Lost 3×07 – Not in Portland (in effetti…)"

  • Pacicò says:

    se andate su lostpedia potete notare come edmund burke sia molto somigliante all’uomo con la benda visto in un monitor in uno degli episodi precedenti.
    Vabbè, direte che il tizio è stato spappolato da un autobus, ma io sinceramente ormai mi aspetto di tutto.

  • paul says:

    A proposito di time slot, immagino di essere stato l’unico a non notare che l’anagramma di Mittelos [Bioscience] è Lost Time (o appunto, Time Slot)…

    lost.cubit.net/forum/gallery/1_07_02_07_11_03_00.jpg

  • biba says:

    Bellissima puntata!8!La scena della stanza 23 l’ho già rivista un sacco di volte…puntata veramente DENSA! 😀

  • Sirguich says:

    Secondo me puntata molto bella, un 8 e 1/2 se lo merita. Inoltre sono d’accordo con le opinioni su molti forum che il libro letto dalla guardia fuori dall’edificio della stanza 23 avrà un ruolo in futuro.
    Per la cronaca (di sicuro lo sapete già)il libro è “A brief history of time” tradotto in italiano in “Dal big-bang ai buchi neri” di Stephen Hawking.

  • Gomma says:

    Tutto quello che vuoi ma

    l’autobus me lo aspettavo da quando lo ha detto lei al tizio della società che la voleva assumere

    Non è stato affatto un colpo di scena. Almeno per me. Voto alla puntata? 7. A volte essere sempre spiazzanti può portare ad essere banali.

    Ma stasera avremo modo di parlarne… vero?

What's this?

You are currently reading Lost 3×07 – Not in Portland (in effetti…) at Suzukimaruti.

meta

%d bloggers like this: