Un tributo ad un piccolo grande campione

November 26th, 2006 § 18 comments

Gol così non se ne vedevano da anni.

Un grande campione per il centenario (si fa per dire: in verità gli anni sono molti di più).

§ 18 Responses to Un tributo ad un piccolo grande campione"

  • sapu says:

    Ma perchè finisce sempre così ? Peace&love fratelli…
    Cmq quando ho letto il post ho pensato ‘machecazzodice?’, domenica ero a bg in nord e pensavo che parlassi del primo gollonzo (tiro, naso, chiappa, piccione, portiere spiazzato, gol) del torino.
    Ovvio che, per compensare, rosina non è che poteva fare un gollettino così così…

  • Suzukimaruti says:

    stayin, la metti sul ridere ma è una cosa grave, cioè non è grave tifare per la juve (è sbagliato e di cattivo gusto, ma siamo in un ambito leggero).
    .
    ciò che è male è un intero stadio di juventini che fischia la persona che ha fatto scoprire lo scandalo doping.
    .
    o una società che non cambia il medico sociale che è una sorta di Mengele del doping.
    .
    e l’arroganza di chi di fatto ha rovinato il calcio italiano nel modo peggiore (cioè taroccando i risultati delle partite).
    .
    insomma, io odio la juve non solo perché sono del Toro (e il livello del discorso si fermerebbe alle pernacchie da bar sport), ma perché rappresenta un sistema di valori che da sempre – in quanto persona civile – combatto con tutte le mie forze: l’immoralità, il successo sopra l’etica, la retorica del potere, l’implicito razzismo, la signorilità pretesa usata come maschera per i propri traffici loschi, il successo usato come misura etica, ecc.
    .
    e – magari tu non eri tra quelli – sapere che un intero stadio di bianconeri fischia Zeman e non si indigna perché la società juventus ancora non ha denunciato Moggi per danni (e tiene Agricola come medico sociale), mi fa capire che il buio etico non è limitato solo alla società, ma – temo – a tanti tifosi.
    .
    Ma d’altronde la mia impressione è che la juve, in quanto squadra che vince sempre, attiri le persone peggiori o la parte peggiore delle persone, cioè quella debole che ha bisogno di potere, di senso di supremazia. Una grande compensazione (in senso psicoanalitico), insomma.

  • stayin says:

    sei quasi divertente 😀

  • Suzukimaruti says:

    stayin, mi spiace ma in quanto juventino non hai legittimità morale per parlare di queste cose.
    Io da vero tifoso della squadra della mia città non desidero affatto un derby, ma preferisco che la juve sparisca dalla faccia della terra, così come il fascismo, la fame, l’arroganza, la malattia, ecc.
    .
    juve: il male assoluto del calcio italiano.

  • stayin says:

    vabbè non so che dirti allora.
    continua a scaldarti pure…io continuo a sperare di vedere un derby con una squadra granata degna del nome che porta (e non la squadretta di questi anni), ma non mi vergogno nemmeno un po’ di esser juventino.
    e poi non ho questo odio represso che esce fuori quando si parla di calcio, ci son ben altre cose nella vita su cui esser veramente incazzati verso delle persone.

    ps.=la storia di sciaquarsi la bocca è penosa, degna di ultràs qualunque.

  • Suzukimaruti says:

    vedi, noi camminiamo a testa alta perché abbiamo le mani pulite. La juve no.
    E i suoi tifosi nemmeno, visto che fischiano e insultano Zeman, che ha aperto lo scandalo-doping.
    .
    E bisogna essere limitati mentalmente (o in malafede) per dire che ora la juve è cambiata.
    .
    Chi è il medico sociale della juve, lo stesso che è andato ad insultare Zeman e i giocatori del Lecce negli spogliatoi domenica?
    Proprio lui, Agricola! Quello del cocktail di farmaci, quello che se li faceva preparare dal dottor Rossano (mio ex farmacista) di Corso Montegrappa, che ha ammesso di aver prodotto il doping e ha patteggiato (è agli atti).
    .
    *SAREBBE QUESTA LA DISCONTINUITA’?*
    .
    Ma fatemi il piacere!
    .
    Altra cosa: i peggiori juventini sono quelli che fanno i gentili con il Toro, che dicono che loro tengono anche per noi, ecc.
    .
    Sinceramente, se vi vergognate o se vi sentite la coscienza sporca cambiate squadra: evitate di fare i magnanimi col Toro, squadra che non dovreste neanche nominare, se non dopo numerosi e prolungati sciacquamenti di bocca.

  • stayin says:

    sai qual è il problema? è che voi granata appena sentite solo accennare la parola juve vi scaldate all’inverosimile e vi si ingrossa la vena sul collo.
    a me non succede la stessa cosa, seguo il Torino e a differenza di molti juventini porto rispetto all’altra squadra della mia città…mi piacerebbe tanto che fosse una squadra forte…il mio sogno sarebbe vedere un derby della mole in champions league.
    quello che dici di del piero continuo a dirlo è errato…se parlassi invece di nedved hai ragione, dà tanto fastidio anche a me quando stramazza al suolo per nulla.

    e poi basta con sta storia del senso del pudore, ora veramente basta.
    riconosco le colpe di quei delinquenti di moggi e giraudo, ma ora stiamo pagando e mi sembra che siamo gli unici a farlo. e poi di quegli assassini del calcio non c’è più traccia, per fortuna.
    ma per voi “juve” vol dire sempre dente avvelenato.
    quindi d’ora in poi profilo alto, teste alte e un po’ meno di arroganza anche da parte vostra.

  • raccoss says:

    Stayin: ridicolo è del Pippero, basta mettergli un dito vicino al collo e stramazza al suolo come se gli avessero sparato alla schiena, tanto gli arbritri gli danno fallo… beh si sa perchè glieli hanno regalati negli ultimi anni. E’ per questo che in nazionale ha sempre fatto schifo ai porci, perchè gli arbitri internazionali non sapevano che dovevano fischiare. E allora te lo vedi il pinturicchio che quando non gli fischian fallo tira giù certi moccoli che un calciatore normale sarebbe espulso 800 volte.

  • Suzukimaruti says:

    il tutto con la piccola differenza che Rosina – per quanto ne sappiamo – non si dopa. E il suo direttore sportivo non compra gli arbitri.
    .
    Per tutti gli juventini: recuperate il senso del pudore, dopo le colpe di cui si è macchiata la vostra squadra.
    Profilo basso, teste chine e un po’ meno di sbruffoneria.
    Già l’arroganza è cosa brutta. Se fatta dagli assassini del calcio, i peggiori corruttori della storia dello sport italiano (è così: trovatemi di peggio, se ci riuscite) è irritante.

  • stayin says:

    raccoss sei ridicolo. non tanto per nedved, che è vero si tuffa anche per uno starnuto, ma per del piero: lui non sarebbe svenuto e soprattutto di gol così eccome se ne ha fatti, anzi, questo è niente in confronto a certi suoi capolavori.

  • felice bisonte says:

    ogni scarrafone è bbello a mamma sua

  • raccoss says:

    Un Nedved o un del Piero qualsiasi ad un contrasto come quello di Loria sarebbe svenuto in area chiedendo rigore, espulsione e scomunica del giocatore.

    Faccio notare la difficoltà del tocco sotto in direzione opposta al moto del giocatore, cosa che ha mandato in controtempo il portiere (che si aspettava ovviamente un tiro alla sua sinistra) e ha fatto sembrare tutto più facile.

    I succitati del Piero o Nedved un gol così non l’hanno mai fatto. Peccato che magari avremmo nella bacheca nazionale un titolo europeo in più.

  • Tambu says:

    beh, hai un po’ di coraggio a postarlo nel giorno della bomba di Totti alla Samp 😉

  • Gomma says:

    Sì, ma a parte queste menate… una bella recensione del nuovo vaio quando ce la fai?

  • djdona says:

    Sono contenta che finalmente Rosina stia facendo vedere quello che sa, sia perche’ ce l’ho al fantacalcio :-), sia perche’ se continua cosi’ sara’ il regista della nazionale per molti anni…
    Pero’ da romanista permettimi di dire che il gol capolavoro di questa giornata di campionato e’ quello di Totti :-)))

  • Suzukimaruti says:

    Alle partite del toro, ben pochi. (salvo quelli subiti)

  • metroguida says:

    Va bene che sei di Torino, va bene che non tifi Juventus e va bene anche che forse stravedi per Rosina. Però credo anche io che forse gol più belli se ne sono visti anche di recente. 😉

  • regulus21 says:

    Concedimi il beneficio del dubbio, neh!

What's this?

You are currently reading Un tributo ad un piccolo grande campione at Suzukimaruti.

meta