Minuzie radiofoniche

October 10th, 2006 § 20 comments

Post telegrafico, solo per dire che la qualità delle mie giornate è enormemente migliorata da quando ha ripreso ad andare in onda Viva Radio 2.

E pensare che Fiorello mi è stato sulle balle per anni, col suo codino e l’occhio da cocainomane. I tempi cambiano, le persone anche.

La cosa preoccupante è che non mi perdo – potendo – una singola puntata pure di 610, la trasmissione di Lillo e Greg, che è una rivoluzione copernicana rispetto al contiguo (e apprezzato per altri motivi, in primis perché parla di cose serie e meno serie con toni leggeri e tempi rapidi) Luca Sofri.

Non so perché li ascolto, perché tecnicamente non dovrebbero far ridere, visto che fanno l’umorismo più bieco ed infantile dell’universo, quello coi giochi di parole, le scenette assurde, i tormentoni.
Eppure mi fanno morire dal ridere. Un po’ me ne vergogno, ma forse è lo stesso fenomeno per cui all’epoca di “Indietro tutta” la gente impazziva per Frassica che poi – senza Arbore accanto – ha inanellato una catena di insuccessi come nemmeno Mario Segni.

Devo anche dire che Lillo e Greg già mi facevano ridere quando avevano il gruppo (Latte e i Suoi Derivati), ma anche lì era un mistero capire come mai mi piacessero: non avevano la sagacia di Elio, non avevano il nonsense poetico degli Skiantos eppure so quasi tutti i loro brani a memoria.

Boh, forse ci vorrebbe un analista per capire quale parte di me sghignazza come un beota ascoltando le loro trasmissioni. Però sghignazza e si diverte davvero. Forse è proprio vera la frase per cui dentro ogni adulto c’è un bambino morto: il mio è ancora semivivo e si diverte con quello che passa il convento.

§ 20 Responses to Minuzie radiofoniche"

  • ciccio says:

    alex braga è l’unico in diretta, le voci di lillo e greg sono registrate, non ve ne siete accorti?

  • coneja says:

    Io rimango fedele al Ruggito del Coniglio, al mattino riesce a farmi ingranare la giornata nonostante la pressione bassa…

  • EmmeBi says:

    deejay è l’unica radio che, in generale, non mi annoia.

  • Suzukimaruti says:

    io non sopporto il loro accento romano acquisito. O è romano trucido alla Remo Remotti o mi irrita.
    Non riesco proprio ad ascoltare Radio Deejay, salvo – le poche volte al mattino – un po’ Linus e – quando lo becco – il Cocco!
    Io sono da Radio 2, con il mitico programma di vuvuvu punto barbarapalombelli punto ciccio

  • kiaramente says:

    una precisazione: bravi i culattoni raccomandati, veramente bravi. io però non riesco ad ascoltarli per più di 5 minuti senza avere i nervi.

  • Suzukimaruti says:

    EmmeBi: in effetti dovrebbero irritarmi. Non a caso me ne sono preoccupato pubblicamente.
    .

  • Suzukimaruti says:

    wood: è un modo di dire, ma se ci pensi è una cosa vera. Purtroppo in questa società crescere implica fare fuori il proprio bambino interiore. Io ho deciso di non conformarmi e coltivare la mia parte infantile (senza esserne dominato, ovviamente).

  • EmmeBi says:

    No, Lilloegreg mai nella vita.
    Sentiti il trio medusa su deejay, piuttosto.

  • kiaramente says:

    anche a me piacciono! mi sono ridata al blog, torna a trovarmi!

  • Suzukimaruti says:

    regulus21: quattro – gattro! 🙂

  • wood says:

    senti, ma sta storia del bambino morto dentro mi ha impressionato come “The Others”..
    io ascolto 101 netwok e mi fa tanto ridere la confraternita dei Maroni!
    cia cia cia

  • regulus21 says:

    NOVE IL BOVE! FA RIMA E C’E’! 😀

  • gio: io alex braga lo manderei in miniera. non l’ho mai sopportato, ma l’hanno messo per dinamizzare la trasmissione, credo, e creare una separazione netta tra le scenette e la conduzione.
    A me invece quando 610 andava in onda al sabato e domenica a ora di pranzo e c’erano solo Lillo e Greg faceva ancora più ridere.

    racoss: il mio preferito era radio mmmlana, quella in cui non si capisce cosa dicono.

  • gio says:

    figurati io andavo pazzo per Cinico tv…
    Lillo e Greg (non so cosa c’entri Alex Braga…) sono formidabili ed assolutamente infossati nei loro clichè, che però portano avanti con un entusiasmo demenziale che mi fa – a volte – fermare la macchina per le risate
    viva la ra(d)i(o)

  • raccoss says:

    Onti in edicola!

    A me fa impazzire Miss Italia e il trailer.

  • djdona says:

    A proposito di trasmissioni radiofoniche (scusate lo spam):

    Sto iniziando a raccogliere materiale per l’Fdf Night Live di quest’anno,programma radiofonico dedicato a produzioni elettroniche e djset (non solo elettronici). Per chiunque passasse di qua e volesse partecipare, fate un salto sul mio blog…

  • paul says:

    La sera, verso le 20.30, su telepadova (non so se voi dell’ovest lo pigliate) commentano quei Giochi senza Frontiere giapponesi, à la Mai dire Banzai. Il tutto, il nonsense delle loro battute, e il nonsense delle immagini, risulta piuttosto straniante. Un’esperienza mistica che consiglio.

  • degra says:

    A me le battute fanno ridere SOLO se sono di basso livello, perchè sono sempre più rare…
    A proposito di Mariotto Segni, che fine ha fatto?

  • winston says:

    Lo spettacolo si chiama “la baita degli spettri” e non “La casa degli spettri”

  • winston says:

    A Roma vanno in scena con uno spettacolo teatrale che si chiama La casa degli spettri. Tecnicamente è una recita delle elemntari. Ma anceh in questo caso non puoi fare a meno di sganasciarti dalle risate senza pensare al basso livello delle battute.

What's this?

You are currently reading Minuzie radiofoniche at Suzukimaruti.

meta

%d bloggers like this: