Peppino io ti ammazzerò, sei troppo stupido per vivere…

July 21st, 2006 § 5 comments

Vedete voi se scandalizzarvi per l’operazione commerciale o se limitarvi ad osservare una (naturale?) evoluzione del modo di pensare e vendere la musica online.

Accade, infatti, che da qualche giorno è scaricabile su Yahoo! per 1.99$ il nuovo singolo di Jessica Simpson – classico mignottone WASP per consumatori WASP di musica spazzatura- che si intitola “A Public Affair” e ha due particolarità:

1) il singolo è personalizzabile, cioè l’utente sceglie il proprio nome da una lista e scarica una versione della canzone che si rivolge a lui direttamente.

2) il singolo costa 1.99$, che è esattamente un dollaro in più del prezzo medio di un brano online. Però il brano, in questo caso, è un mp3 libero da restrizioni, senza DRM. Questo vuol dire che se una persona particolarmente di cattivo gusto può copiarselo su CD quante volte vuole, può passarlo agli amici, taroccarlo con un programma audio, ecc.

Chiarito il fatto che il punto 2 apre tutta una serie di discussioni sull’idea di “prezzo della libertà” che sono troppo lunghe e faticose da fare con questo caldo, concentriamoci sul punto 1, che è succoso perché si capisce che è il frutto perverso delle menti malate di qualche uomo marketing. Il brano, cioè, viene venduto online non con l’ottica della suoneria per cellulare (che per il mass-market è il modello di business della vendita di musica online), ma con quella del logo personalizzabile (non a caso è pieno di servizi SMS in cui uno specifica il proprio nome e riceve in cambio un logo personalizzato, alla comoda cifra di 4 euro per volta).

Innegabilmente è una novità, che sfrutta l’insano effetto-autorappresentazione del consumatore, che più si specchia in una cosa, più è propenso a comprarla. Se per caso – come temo – l’iniziativa avrà successo, ci sarà da ridere con un eventuale step seguente, che alzerà il livello di personalizzazione, magari non limitato solo al nome dell’acquirente, ma a parti più ampie di testo.

Finiremo per avere canzoni à la carte? Già mi immagino i Modena City Ramblers che mettono a disposizione online un loro brano in versione diessina e in versione rifondarola. O Alberto Fortis che rende personalizzabile il testo di “Milano e Vincenzo” – ora diventata “Milano e [scegli tu chi ti sta sull’anima]” a seconda di chi ti sta sulle balle in quel momento. O Amedeo Minghi che fa una canzone tipo libro-game, in cui la gente può scegliere se i due si chiamano a vicenda “trottolino amoroso” o se si insultano in rima fino a quando uno dei due se ne va.

Se ci si pensa su 5 minuti, già si viene sommersi dalle mille ipotesi di “canzone personalizzata”: le varie “Roberta”, “Gianna”, “Rosamunda”, “Giulia” (sia in versione Lennon che in versione Venditti), ma anche prodotti più complessi, come canzoni tipo “Anna e Marco” o “Bonnie & Clyde” (sto già male a immaginare la voce digitalizzata di Gainsbourg che trasfigura il brano in “Alfio e Mariaaaa, Alfio e Mariaaaa”). O peggio ancora “Me gustas tu” di Manu Chao in cui uno personalizza il brano con le cose che gli piacciono (ma i ricavati della vendita magari andrebbero in beneficienza a quell’intelligentone di Gino Strada, quello che “brinda se cade il governo Prodi” [ecco a cosa servono le mascherine che i chirurghi tengono di fronte al viso: per farli stare zitti])

Beh, basito dal marketing e dall’inquietudine che mi genera, mi consolo canticchiando: “Quella sera a Forcella era caldo, ma che caldo che caldo faceva. Brigadiere apri un po’ la finestra… Una spinta e D’Alessio va giù…”

§ 5 Responses to Peppino io ti ammazzerò, sei troppo stupido per vivere…"

  • Suzukimaruti says:

    in effetti a pensarci bene ci sarebbe da iscrivere la Simpson alla CGIL!

  • stranigiorni says:

    abbiate rispetto della povera jessica.
    ha dovuto cantare 500 volte il ritornello… ora è esausta. se questo non è come lavorare in fabbrica, ci somiglia molto.

  • sir says:

    prospettiva agghiacciante! e di jessica simpson varrebbe la pena di acquistare appena un live privato (cioè un’esibizione erotica in un privèe).
    nevvero?

  • regulus21 says:

    “Marzia non c’è, è andata via, Marzia non è più cosa mia…”. Con buona pace di Nek e dei nostri neuroni.

  • marzia says:

    …azz..
    il mio nome non c’é!

What's this?

You are currently reading Peppino io ti ammazzerò, sei troppo stupido per vivere… at Suzukimaruti.

meta