Sì, leggo Vanity Fair e perfino le interviste a Tiziano Ferro. E allora?

June 26th, 2006 § 132 comments

In effetti ci sarebbe da preoccuparsi, ma la realtà è che in banca c’era un’0fferta per cui ti abbonavano a Vanity Fair a 18 euro per un anno, cioè con uno sconto di circa il 75% del prezzo. Ad un affare così non resisto a priori, anche se la rivista fosse l’Informatore Cartolibrario (nota: l’ho cercato su Google e mi sono accorto che probabilmente è una rivista di mia invenzione; cartolibrai, reclamate una rivista tutta per voi!).

Fatto sta che mi arriva ogni settimana questa rivista nella buca delle lettere e mi capita di leggerla nei ritagli di tempo, per usare un eufemismo. Ma sto divagando.

Il tema del post è questo: dopo la lettura dell’intervista a Tiziano Ferro sull’ultimo numero di Vanity Fair è palese che si candida ad essere la grande icona dark che è sempre mancata alla scena musicale italiana. Davvero, cosa pensare di uno che ammette di essere tuttora vergine e non interessato al sesso (ma apre il computer e rivela un desktop pieno di pornazzi orgiastici), dichiara che sente che morirà presto, mette in evidenza un rapporto vagamente inquietante col fratello (di cui porta il nome tatuato e a cui lascia bigliettini melensi), manifesta idiosincrasie confuse legate al cibo (essendo un ex obeso è perennemente a dieta, ma non può dormire in un albergo se non ha il servizio in camera 24 ore su 24), dichiara di aver scofanato 6 pizze in una sera in cui era fuori controllo (questa è grave) e non smette mai di raccontare – anche quando l’intervistatrice se ne fotte palesemente – una sua storiaccia adolescenziale con la bella della classe che non lo cagava. Aggiungiamo a questo il fatto che colleziona vecchi giocattoli anni Ottanta e abbiamo un perfetto profilo deviante, con tratti oscuri, aspetti repressi (cibo, sesso, corpo), depressione incombente e magari propensione all’autodistruzione (le 6 pizze…).

Insomma, Marilyn Manson gli fa una pippa.

Oppure, e non ci sarebbe da meravigliarsi, Tiziano Ferro ha alle spalle un genio del marketing che ha capito che tira di più posizionarlo come maudit efebico e turbato. In entrambi i casi è diventato ufficialmente un personaggio interessante. E chi legge questo blog sa quanto mi pesa dirlo.
Ah, e l’ultimo singolo è fighissimo (e si mixa da dio con “Fade To Gray” dei Visage).

§ 132 Responses to Sì, leggo Vanity Fair e perfino le interviste a Tiziano Ferro. E allora?"

  • Tizianino Rubacuori says:

    E il fatto che avete detto che lo avete visto in un locale di Gay,bhè che scemenze ma poi mano nella mano Ahahahhahah, ma non dite bugie!

  • Tizianino Rubacuori says:

    Punto primo: Voglio precisare che io ho avuto l’opportunità di conoscerlo e di uscire con lui,per 7 giorni e Tiziano non è assolutamente GAY. E per ulteriori informazioni vi dico anche che sta con una bellissima ragazza di nome Stefania,ripeto STEFANIA. E del fatto che sia vergine informatevi prima di parlare a vampera

  • Erik says:

    Chiedo scusa, nella sesta riga c’è un “che” di troppo, sopravvissuto ad un cambio di frase.

  • Erik says:

    Ad un tratto mi sono ritrovato da solo davanti allo schermo del computer a scompisciarmi dal ridere come mi accade di rado. Ciò che mi sorprende non è il semianalfabetismo mascherato da tecno- linguaggio delle fans; la dimensione antropologica di questo tipo umano presuppone infatti un pensiero rozzo e poco strutturato, insieme con la forma rudimentale dei mezzi per esprimerlo.
    Invece mi ha colpito l’ingenua ostinazione al dialogo dell’autore del blog.
    Davvero non si è reso conto che della diversa stratificazione nella quale dimorano i rispettivi flussi di linguaggio?
    Succede che talvolta il sortilegio elettronico permetta l’incontro fortuito di mondi lontani, come se improvvisamente siano annullate le distanze siderali ed avvenga l’incontro di diverse dimensioni spazio-temporali.
    Certamente non è solo questione di errori ortografici e pensieri banali.

  • eleonora says:

    oggi hanno linkato questo vecchio post e, pur dissociandomi dalle carampane di tiziano (non sono neanche sua fan), devo precisare che nell’articolo in questione il ferro parlava di 6 BIRRE e 3 pizze:
    http://tznferro.altervista.org/interviste_van4.htm

    lui la spiega con una latente dipendenza EMOTIVA dal cibo, ma non è così, purtroppo avendo vissuto anche io l’obesità infantile e relativa durissima dieta so di cosa parla, le cause sono più complesse: predisposizione genetica di fondo, dipendenza fisica dalla droga-cibo, dipendenza psicologica, un corpo che è maggiormente attratto dal cibo, la mancanza di regole alimentari guida nell’infanzia (o al contrario troppe regole troppo rigide)… insomma l’eccesso delle 3 pizze è solo uno sporadico riflesso di tutto questo e anche di più.
    l’ex obeso combatte costantemente con tutto questo, e a volte soccombe, specie se 6 birre hanno allentato i suoi freni inibitori.

    tiziano parlava di una fisiologica fame in “eccesso”, più che la creazione di una figura dark e sregolata…

  • L'OLIMPIADECASELLESE111 says:

    hai ragione.

  • Suzukimaruti says:

    tutto sta in quell’ “anche se è gay”.

    è più forte di voi, ragazze.

  • L'OLIMPIADECASELLESE111 says:

    A TUTTI I FANS DI TIZIANO FERRO: A NOVEMBRE 2011 ESCE IL SUO 5 CD!!!
    COMUNQUE, ANCHE SE E’ GAY, PER ME RIMARRA’ PER SEMPRE IL MIGLIORE.
    BUON ANNO A TUTTI!!!
    by L’OLIMPIADECASELLESE111!!!
    Giada’96.

  • ivo says:

    Non so se ho goduto di più per “sei destinata ad una vita di lavori di fatica, non hai spazio per sviluppare alcuna forma di intellettualità, hai difficoltà ad esprimerti, ecc.” o per “a taroccare le Punto Sporting”. Grandioso.

  • radiowaves says:

    Come ho fatto a vivere fino ad oggi senza leggere tutto ciò?
    Ma da allora ad oggi, Maria ha mai più scoperto l’uso delle virgole?

  • piero says:

    fantastico, grazie per postato il link a questa roba che avevi scritto 4 anni fa. mi ha aiutato a far fingere di lavorare in questo venerdì (del cazzo, aggiungerei)

  • nero tulip says:

    IL bello è che all’inizio non ne sapevi niente, eppure ci avevi preso! 😉

  • Suzukimaruti says:

    boh. ma in generale, who cares? Stia con chi vuole. Quel che conta è che stia bene.

  • Ernesto says:

    …ma poi stava davvero con Mario Venuti? 😉

  • zen says:

    arrivo con qualche anno di ritardo. post e commenti fantastici.
    ciao
    z

  • Suzukimaruti says:

    Tanto per cambiare :-). [lo portano via]

  • mjc says:

    la storia ti ha dato ragione

  • Suzukimaruti says:

    è un fake ma è bellissimo

  • non sei gay per me

  • ti do la mia eimail se vuoi parlarmi per consolarmi ma non ci sono sempre sono in una comunita ci sono il sabato e la domenica martylovetiziano@hotmail.it

  • spero mi rispondi

  • tiziano perche mi hai dato del ignorante io sono una tua grande fan i voglio un mondo di bene poi non mi conosci benesono martina quella del anteprima in via solferino magra magra che era anoressica adesso sono in una comunita per crisi di nervosismo tremori ed mancanza di respiro ero tutta vestita di rosa vai al faccia a faccia con tzn ferro e mi vedi magari ricordi comunque ti volevo dire che ho pianto e sto piangendo non riesco piu ad ascoltare la tua musica perche mi viene la tristezza malinconia perche ti amo spero mi perdoni per il disturbo della chiamata che ti ho fatto ma il tuo numero me lanno dato quelli della chat ciao sei il migliore lo stesso per sempre spero di incontrarti by marty

  • kikka says:

    no…volete dirmi k tiziano è gay???ok ok…diciamo k nn fa piacere a nex sentirselo dire…tranne ai gay…xò tiziano è il mio cantante preferito…da qnd sn nata…pensate k piangevo qnd do vedevo ank solo nelle pubblicità…e ora questa notizia è proprio 1 spina nel fianco…ma sta davvero cn MARIO VENUTI??!!beh…nn poxo fare commenti…ma direi sl k pagherei x essere al posto di MARIO…tzn 6 1 angelo disceso dal cielo…

  • kiara says:

    ma allora TIZIANO FERRO è GAY??????????

  • valeria di ucraina says:

    si, Suzukimaruti, esiste. sono io)
    non so bene parlare la lingua italiana ma la amo da morire e non usarei mai l’abbreviazioni folli.

  • Suzukimaruti says:

    Esistera’ la’ fuori nel mondo una fan di Tiziano Ferro che riesce a produrre un pensiero scritto senza dover usare abbreviazioni folli da SMS?

  • Roberta says:

    io sono una fan sfegatata di tiziano…

    ke sia gay o no nn mi interessa… so solo ke riesce ad emozionare sempre…
    e le sue canzoni sono simbolo diforte sensibilità e soprattutto di esperienze vissute nn troppo felici….
    questo deve essere ciò ke contasapere su tzn
    no le sue tendenze sessuali
    perchè quelle nn spettano a noi conoscerle…

    tzn è un grande artista e anche un bellissimo ragazzo…
    spero solo ke trovi presto al persona (uomo o donna ke sia) ke lo faccia stare bene in serenità….

  • Ginetta says:

    gay nn gay. Tzn è’ bono, bellissimo punto e basta.
    Eppoi canta che è una meraviglia.

  • MAYA says:

    Manuela credimi non è mia intenzione fare polemiche ma non posso davvero fare a meno di intervenire di nuovo perché, e qui ti prego di credermi sulla parola, la comprensione della lingua italiana non mi difetta.
    Solo per questo mi vedo costretta a contraddirti e torno a ribadire che il termine ‘cattiverie’ nel tuo commento era indubitabilmente riferito alle allusioni fatte sull’orientamento sessuale di Ferro tant’è che dopo averci accusato di aver “sparlato di un grande artista” aggiungi – e ti cito testualmente – “se aveste voi tutte le ragazze ke ha tiziano di certo nn stareste qui a inventare stronzate sul suo conto! ho avuto la fortuna di conoscerlo e la prima cosa ke mi ha detto è stata ” mazza ke tette!”…se x voi qst è essere gay…”
    Nel tuo precedente intervento non fai alcun cenno ai presunti tratti oscuri della personalità, alla propensione alla depressione o al rapporto con il fratello, argomenti questi che tiri in ballo solo a posteriori, accorgendoti di essere passata per omofoba.
    Ci tengo a precisare, peraltro, che io non ti accusavo affatto di esserlo (non ti conosco, come potrei?) Ma il tuo commento poteva di sicuro essere interpretato come tale.
    Fossi stata al posto tuo io avrei replicato con una frase del tipo:

    – malgrado tutte le vostre chiacchiere non avete fornito alcuna prova incontrovertibile del fatto che Tiziano Ferro sia gay, pertanto sono libera di pensare il contrario

    oppure

    – pur non avendo assolutamente nulla contro l’omosessualità e/o gli omosessuali, mi spiace quando sento dire che anche lui potrebbe esserlo perché questo distruggerebbe le mie irrazionali fantasie su di lui….

    Insomma una cosa di questo genere, argomenti che non condivido ma che con un grande sforzo di immedesimazione nel fan-adolescente – o per citare Suz – nel fan tardo-adolescente, posso arrivare a comprendere. Non venirmi però a dire che ho frainteso perché fortunatamente (e frequentando forum e blog d’ogni sorta mi rendo conto di essere una grande privilegiata) l’italiano scritto e parlato lo comprendo senza alcuna difficoltà.
    Aggiungo solo che l’accanimento e l’intensità con cui i sostenitori dell’eterosessualità di Tiziano (il quale per inciso nel panorama musicale italiano è uno dei pochi cantanti che salverei, anche se il termine artista personalmente preferisco conservarlo per altri personaggi, da Botticelli in su per intenderci….) difendono le loro tesi mi lascia addirittura sbigottita.
    Devo riconoscere però che questo atteggiamento non è una prerogativa dei fans di Ferro, ma del fenomeno fan…atici in generale, perché ogni volta che viene anche solo ventilata la possibilità che il tale cantante o il tale attore sia qualcosa di diverso da un etero DOC, spuntano invasate/i da tutte le parti che si precipitano a smentire in preda ad una sorta di isteria collettiva, affannandosi a negare manco il loro idolo fosse stato accusato d’omicidio e fornendo a dimostrazione delle certezze assolute che propinano prove inconfutabili quali: non è possibile è troppo bello, oppure non c’è niente di gay in lui, oppure ancora la vostra è tutta invidia… dimostrando una conoscenza del mondo e una capacità argomentativa degna solo di un infante
    Se l’oggetto della discussione fosse stato un altro… chessò il clamoroso fallimento della dottrina della guerra preventiva o le problematiche connesse alla laicità dello stato, mi domando se i soggetti menzionati sarebbero intervenuti con altrettanto fervore.
    Sono quasi tentata di chiedertelo ma mi trattengo perché ho la quasi certezza che la risposta mi deprimerebbe

  • Suzukimaruti says:

    Ma io mi chiedo: ci sarà prima o poi una fan di Tiziano ferro che non scrive “nn” per dire “non”, che non usa le “k” e non scrive “xché”?
    Cioè, da qualche mese ho l’impressione di perdete tempo in discussione con una ipotetica sorella minore. Ritardata.

  • Manuela says:

    Ma x me nn è una cattiveria ke diciate ke sia gay, xkè gay o meno tiziano è un grande cmq, e le sue fans gli saranno fedeli anke se annunciasse pubblicamente la sua presunta omosessualità…è una cattiveria dire ke ha un rapporto inquietante cn il fratello xkè se lo sentiste parlare di lui capireste quanto gli è affezionato, tanto da tatuarsi il suo nome sul polso e dichiarare ke è la persona a cui tiene + al mondo. Ed è una cattiveria dire ke presenta “tratti oscuri, aspetti repressi, depressione incombente e propensione all’autodistruzione”…mettetegli una maschera da zombie e completate il quadretto horror! “se gli altri guardano il tuo viso con sospetto è xkè sanno ancora poco del rispetto, e tutti vogliono vederti rotolare, lasciali parlare!!!”

  • Suzukimaruti says:

    MAYA: sante parole. Sono mesi che dico che gli orientamenti sessuali di Tiziano Ferro sono irrilevanti (come quelli di tutti): faccia quel che vuole e si diverta!
    .
    Non a caso il mio post verteva su altro, cioè sulla “darkizzazione” dell’icona-mediatica Tiziano Ferro, ma ovviamente è andato tutto in vacca per colpa dei commenti delle ragazzine.
    .
    Se ci fai caso, qui si confrontano due universi: quello che scrive in italiano e quello che usa le “k” e scrive una neolingua SMS sgrammaticata e un po’ inquietante.
    .
    Di fatto questa è sociologia sul campo: è palese che le ragazzine seguono tutte sostanzialmente lo stesso pattern.
    1 – “difendono” Tiziano Ferro dall’ “accusa” di essere gay
    2 – concludono dicendo che questo attacco è “tutta invidia”
    .
    Il tutto rivela un po’ di cose.
    Primo: per le fans, essere gay è un male, tanto che devono intervenire a difendere il loro idolo dagli “attacchi”.
    Se non fossero intimamente razziste e omofobe, capirebbero che è irrilevante il tipo di orifizi che Tiziano Ferro penetra quando fa sesso (se ne utilizza).
    Secondo: per loro Tiziano Ferro è uno che ispira “invidia”, credo perché è un personaggio pubblico che va in televisione. E allora viene attaccato da maschi frustrati che non ce l’hanno fatta.
    Questo segnala che non passa nemmeno tangenzialmente per la loro testa l’idea che una persona possa non provare invidia o sentimenti di alcun tipo nei confronti di un cantante sostanzialmente irrilevante dal punto di vista artistico ed umano.
    .
    Cioè, non solo compiono un atto di razzismo difendendo qualcuno da un’accusa che non è un’accusa (ma loro – omofobe – la considerano tale), ma poi razionalizzano a posteriori il comportamento dei presunti “attaccanti”, proiettando su di loro la loro intima frustrazione: non sono in tv, non fanno le veline e – visto come scrivono in italiano – nella vita potranno ottenere ben poco, giusto forse sposare un uomo ricco.
    .
    Visto il panorama umano ed esistenziale, se Tiziano Ferro ha una camera in più, lo raggiungo a Londra (basta che non ci provi con me :-))

What's this?

You are currently reading Sì, leggo Vanity Fair e perfino le interviste a Tiziano Ferro. E allora? at Suzukimaruti.

meta

%d bloggers like this: