Ragionamenti su Provenzano

April 11th, 2006 § 15 comments

Basiamoci sui fatti:

– sono 43 anni che Provenzano è latitante

– in questi 43 anni ha fatto di tutto: viveva a 2 Km da casa, ha fatto vari viaggi in Europa, ha comandato bellamente la mafia siciliana

– in 43 anni non l’hanno MAI preso, nonostante bastasse cercarlo: non è il Tulipano Nero (o la Primula Rossa, fate voi)

La mia impressione è questa: Provenzano era lì. Quella che mancava era solo la voglia di andarlo a prendere. Anche perché non mi sembrava proprio uno che si nasconde in modo tremendo, no? Cazzo, era a 2 Km da Corleone!

Resta da riflettere sul perché lo abbiano preso ora. Ci sono mille scenari, uno più complottista dell’altro.

Ne riassumo un po’:

1 – perché ha fatto il suo tempo ed è stato soppiantato, mandato in pensione e al suo posto ci sono altri

2 – perché ora che c’è un vuoto di potere e presto la sinistra al potere, la criminalità organizzata tenta il colpo di coda, può tornare alla strategia delle stragi e ha nuovi alleati all’opposizione, quindi ha fatto fuori il vecchio (considerato remissivo) per andare verso il nuovo e più aggressivo

3 – in verità sono i servizi segreti e le forze dell’ordine  che cercano di farsi amico il Centrosinistra, presto al potere

4 – in verità sono i servizi segreti e le forze dell’ordine che cercano di farsi perdonare alcune porcherie (le intercettazioni del comitato Storace nel Lazio, per esempio, e magari eventuali brogli alle politiche) dal Centrosinistra, con un bel regalino

5 – Il clima politico è cambiato e finalmente ci sono le condizioni affiché Provenzano sia catturato.

6 – E’ un tentativo della destra di distogliere l’attenzione dalle elezioni perse, accreditandosi un presunto successo contro la mafia (se arrestano Provenzano, allora che mettando dentro pure Dell’Utri, cazzarola!) e cercando di dare segni di vita dopo la sconfitta

Personalmente propendo per la soluzione numero 5. E noto certe coincidenze, tipo il fatto che l’arresto di Provenzano sia stato annunciato un minuto dopo la conferma della maggioranza al Centrosinistra.
Ma credo in generale che la percezione che il clima politico stesse cambiando (colpo di coda elettorale a parte, questa era la percezione di tutti) era tale per cui in poche settimane si è arrivati a Provenzano senza timore di infastidire qualcuno al potere.

Ovviamente se ci sono altre ipotesi, i commenti sono apertissimi.

[angolo dell’inquietudine]
Di solito quando catturano un mafioso isolato non mi rallegro mai più di tanto: nella maggior parte dei casi significa solo che è stato sostituito e dato in pasto alla magistratura.
[/angolo dell’inquietudine]

§ 15 Responses to Ragionamenti su Provenzano"

  • All’interno del casolare di Corleone nel quale è stato ieri arrestato il boss supremo della mafia siciliana Berardo Provenzano
    è stato ritrovato un volantino elettorale.

    Non è uno scherzo.

    Indovina per chi vota Provenzano
    e poi guarda qui:

    http://guerrillaradio.iobloggo.com

    ps
    era piuttosto facile immaginare chi
    vero?

  • spider says:

    …per non parlare dei verbali degli interrogatori a Fiorani

    dove guarda caso saltano fuori Mister B e la sua cricca, altro che Fassino

  • Suzukimaruti says:

    Rmxl: se ci fosse uno straccio di accusa per Fassino e D’Alema, capirei. Ma per Unipol non c’è nemmeno l’ombra di reato.
    Anzi, chi ha commesso i presunti illeciti (ed è gente estranea alla politica) in certe telefonate intercettate diceva “Oh, mi raccomando, non diciamolo a Fassino”. Il che la dice lunga.
    .
    Prima di tirare fuori il “rossi e neri sono tutti uguali”, suggerirei un po’di equilibrio. Dell’Utri è stato accusato di associazione mafiosa. E una corte lo ha riconosciuto colpevole. D’Alema e Fassino sono incensurati.

  • Rmxl says:

    6 – E’ un tentativo della destra di distogliere l’attenzione dalle elezioni perse, accreditandosi un presunto successo contro la mafia (se arrestano Provenzano, allora che mettando dentro pure Dell’Utri, cazzarola!) e cercando di dare segni di vita dopo la sconfitta —> e che cazzo allora arrestate anche fassino e d’alema per lo scandolo Unipol porca puttana

  • Angelo says:

    Alcune settimane fa l’avvocato di Provenzano ne aveva annunciato la morte. Alcuni potrebbero leggere questo messaggio pubblico come annuncio all’organizzazione di cosa nostra: abbimao cambiato capo. e due settimnae dopo lo hanno consegnato alla giustizia…

    (postilla: bel blog, bravo.)

  • Matteo says:

    ho un’altra variante in tema da proporre.

    Mettiamo che ci siano i poliziotti buoni ed i politici cattivi. Mettiamo che per anni i cattivi dicano ai buoni di seguire il boss, tenerlo sotto scacco, ma non prenderlo. Lo stesso fa il boss con i politici ovviamente (si chiama scambio degli ostaggi in economia). Poniamo che al poliziotto buono peró prudano le mani, perché lui questo figlio di puttana lo vuole davvero mettere in galera. Allora che fa? aspetta il momento di caos elettorale. Quando i politici cattivi scendono ma non si sa chi e come salirá. Prendono il boss e passano la patata bollente ala politica, che ora certo, seppur imbarazzata, non potrá fare altro che buon viso a cattivo gioco.

    É solo una congettura cinica ovviamente…. L’importante é che sia dentro…

  • mirko says:

    non ricordo in quale libro di Travaglio, ma la teoria è più o meno la stessa per l’arresto di Riina. La mafia si accorda con lo stato e consegna un latitante di fatto ormai privo di poteri in cambio di un clima di non belligeranza, che le consenta di proseguire tranquillamente i suoi traffici. C’è da capire con quale parte dello Stato si è stipulato l’accordo. Non vorrei ci fosse un legame con la candidatura di Rita Borsellino a capo della regione…..

  • TOlove says:

    Secondo me volevano tentare il colpaccio pro-governo uscente per gli ultimi giorni prima delle elezioni, ma qualcosa è andato storto… hanno sforato di qualche giorno.

  • djdona says:

    io come domiziano galia escluderei invece la 5, infatti, se dietro a questa cattura ci fosse stata la spinta della destra, l’avrebbero gia’ pubblicizzata per fini elettorali… invece la destra in sicilia sta da tutt’altra parte, sicuramente non contro la mafia…basta confrontare le liste dei candidati in sicilia di fi e udc con queste pagine, dove ci sono i candidati che hanno avuto a che fare con la giustizia o sono sospettati di amicizie dubbie:
    file:///C:/Documents%20and%20Settings/dona/Desktop/nuovicandidati.html

  • Mario Banti says:

    Condivido anch’io la tua inquietudine per il fatto che di solito quando li arrestano sono finiti e all’orizzonte ce n’e’ uno peggiore. Sul resto, mah, fare tante dietrologie (che sono arbitrarie e possono essere portate a favore di ambedue le parti indifferentemente senza prove, dicono tutto e il contrario di tutto) non mi sembra il caso: punto 1, quindi.

    Grazie per la risposta nei commenti dell’altro post, eh. 😉

  • svaroschi says:

    Mi stupisco che tu ti stupisca.
    In fin dei conti Riina è stato a Palermo tutto il tempo della sua latitanza, sua moglie ha partorito non so quanti figli in una clinica privata facendosi ricoverare col suo vero nome (quello da nubile è nientemeno che Bagarella, mica Rossi o Bianchi).

    Quanto agli scenari possibili, opto per l’angolo dell’inquietudine.

  • degra says:

    io sono per la soluzione 5, ma nel senso che la destra aspettava il risultato elettorale, indipendentemente da chi avesse visto (perchè appena chiuse le urne era troppo sporca), per poter dare la notizia della cattura di Provenzano, senza temere per i voti dei loro “amici”. Ricordiamoci gli striscioni allo stadio “Berlusconi ti sei dimenticato di noi”, quando prorogò il 41bis…

  • 003 says:

    post non tanto diverso, scritto stamane alla notizia dell’arresto. ho pensato anche io che potesse essere davvero un caso, questa volta. però il sospetto ha avuto la meglio.

  • Forse che era uscito per andare a votare? :O

    Guarda, credo proprio che questa volta sia stato un puro e semplice caso. Se si fosse snasata solo due giorni prima l’imminenza dell’arresto, la notizia sarebbe sicuramente giunta a un qualche esponente del governo che la avrebbe a quel punto amplificata per un ritorno elettorale.

What's this?

You are currently reading Ragionamenti su Provenzano at Suzukimaruti.

meta

%d bloggers like this: