Parole elettorali – aka i lunatic che bruciano i gazebo

April 4th, 2006 § 10 comments

Riguardando alcuni passaggi del dibattito Prodi vs Berlusconi di ieri sera mi sono accorto di una cosa: la parola "gazebo" (rigorosamente incollata all’aggettivo "incendiato") si usa praticamente solo in campagna elettorale e quando si parla di pop anni Ottanta.

Ma non hanno ancora pensato a fare i gazebo ignifughi? Cioè a sentire la destra ogni giorno vengono bruciate decine di gazebo elettorali e rigorosamente i piromani comunisti la fanno franca (saranno i famosi anarco-insurrezionalisti: il Ministero dell’Interno li paventa da anni e non ne hanno mai arrestato uno, sempre che esistano).

Che poi se io fossi il signor Gazebo un po’ mi toccherei le palle, tra un "I like Chopin" e un "Lunatic", che certe cose tirano rogna. Soprattutto se ha mantenuto l’abitudine di inondarsi i capelli di lacca, è ad alto rischio incendio.

Boh, in 31 anni avrò visto in vita mia pochissimi gazebo elettorali: di solito si fa un banchetto volante (di plastica che non s’incendia), visto che un gazebo va montato, bisogna chiedere alla polizia l’autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico, si fa agganciare dal vento, ecc.

§ 10 Responses to Parole elettorali – aka i lunatic che bruciano i gazebo"

  • regulus21 says:

    Left Ball Pride!

  • Suzukimaruti says:

    sì, ma non nego che ce ne siano (qualcuno c’è pure qui), ma di solito non sono tantissimi. A sentire la destra, hanno un tasso di incendiabilità pazzesco, tipo che ne brucia uno ogni 3. 🙂

  • fede says:

    suz, detesto contraddirti, ma se passassi a piazza vittorio a roma in questi ultimi giorni di campagna elettorale di gazebo ne vedresti eccome. due sono fissi, uno dell’ulivo, l’altro che, meravigliosamente, come un mutante dei film di fantascienza anni ’50, riesce ad essere un giorno di an e l’altro di forza italia. il potere della metamorfosi…

  • dan says:

    siamo tutti coglioni: http://snipurl.com/oodp

  • lamela says:

    sono una cogliona anche io!

  • saluti says:

    Nel nostro partito politico
    manteniamo le promesse.
    Solo gli imbecilli possono credere che
    non lotteremo contro la corruzione.
    Perchè se c’è qualcosa di sicuro per noi è che
    l’onestà e la trasparenza sono fondamentali
    per raggiungere i nostri ideali.
    Dimostreremo che è una grande stupidità credere che
    la mafia continuerà a far parte del nostro governo come in passato.
    Assicuriamo senza dubbio che
    la giustizia sociale sarà il fine principale del nostro mandato.
    Nonostante questo, c’è gente stupida che ancora pensa che
    si possa continuare a governare con i trucchi della vecchia politica.
    Quando assumeremo il potere, faremo il possibile affinchè
    finiscano le situazioni di privilegio.
    Non permetteremo in nessun modo che
    i nostri bambini muoiano di fame.
    Compiremo i nostri propositi nonostante
    le risorse economiche siano esaurite.

    Eserciteremo il potere fino a che
    Si capisca da ora che
    Siamo il partito di FORZA ITALIA, la nuova politica

    … e ora rileggete tutto dal basso verso l’alto,
    riga x riga, dall’ultima riga in su.

  • degra says:

    suz, stai tranquillo: i gazebo ignifughi ci sono, eccome! hanno solo il piccolo difetto di costare 1500 euro. Ne ho appena comprati 10 per farci sotto le sagre… Altro che i gazebo della Lega!!! 😛

  • dan says:

    sono un coglione! fiero di votare a sinistra!

  • regulus21 says:

    Per il titolo del blog, meriti il Nobel!

  • la mela sonica says:

    I tifosi lo portano in trionfo (famosa la scena in cui Banfi viene portato a spalla “M’avete preso per un coglione” “Ma no, sei un eroe!” “M’avete preso per un coglione… Sotto la mano, mi fa male!”) e alla fine, ormai destinato ad essere cacciato, trova anche la forza di gridare al presidente “Lei è un cornuto, lo sa?”

    post modernariato applicato.
    ilvio da lunedi sera pensionato.

What's this?

You are currently reading Parole elettorali – aka i lunatic che bruciano i gazebo at Suzukimaruti.

meta