L’ultima chance per la destra – un attentato terroristico come il cacio sui maccheroni

March 20th, 2006 § 14 comments

Non so voi, ma a leggere questa dichiarazione di un ministro della destra che dice "non escludo un attentato prima delle elezioni" e poi ne approfitta per fare un sillogismo inquietante, cioè "di fronte ad una cosa simile la gente non chiederebbe mail il ritiro delle truppe dall’Iraq e si ricompatterebbe (sotto di loro, ndsuz)" mi prende una paura incredibile.

Cioè, questi sono così pazzi che sono capaci di autoprodurre un attentato e a reti unificate farci venire paura pur di avere una chance di vincere le elezioni. Se non hanno avuto il minimo pudore a spiare e schedare gli avversari politici, perché non potrebbero fare quello? Chi ha studiato 10 minuti la storia contemporanea italiana sa benissimo che la destra in Italia ha sempre fatto uso del terrorismo a fine politico.

D’altronde cosa gli resta? E’ un paio d’anni che il destro di turno paventa attentati a cadenza regolare (di solito lo fa Pisanu e regolarmente non accade). Hanno pure tentato di farci paura facendo delle comiche "esercitazioni antiterrorismo" nelle principali città. Insomma, cercano di farci venire paura, perché è la paura della gente è benzina per il motore della destra.
 
Sarò paranoico, ma io di questi non mi fido. Vigiliamo, che è meglio.

§ 14 Responses to L’ultima chance per la destra – un attentato terroristico come il cacio sui maccheroni"

  • egine says:

    l’idea di un attentato tipo bologna o piazza fontana non è credibile sopratutto perchè non
    gioverebbe alla destra, i tempi cambiano anche
    per loro.

  • Pietro says:

    in america non hanno fatto proprio così?…

  • elisabetta says:

    ciao enrico,
    ti abbraccio

  • TOlove says:

    Ho il tuo stesso timore da qualche mese.
    La speranza è che ciò non avvenga in quanto potrebbe ritorcersi proprio contro di loro.

  • stranigiorni: non mi toccare il fascinoso e supersexy dottor Jack! 🙂

  • stranigiorni says:

    non c’entra niente, ma lo chiedo a te perchè a te devo il fatto di stare guardando lOST: ma non noti che il non troppo simpatico dottorino JACK assomigli – a volte in maniera imbarazzante – a Pappalardo?

    stranig.

  • capemaster says:

    Strategie di bassa lega.

  • senera says:

    qui c’e’ un libro che parla proprio di questo:
    http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?shop=1&c=KHK5JG6JJ5FJS
    sarebbe davvero triste se facessero una cosa del genere.

  • Suzukimaruti says:

    Concordo: la medaglia d’oro a Quattrocchi è un’infamia assoluta e getta fango su tutte le medaglie d’oro del passato: gente che se le è meritate veramente.

    Di un mercenario fascista come Quattrocchi – un uomo che ancora non si è capito che ruolo preciso avesse in Iraq – possiamo solo vergognarci.

    Ma d’altronde da un paese che fa Berlusconi Cavaliere del Lavoro non bisogna aspettarsi niente di buono.

  • Ciampi oggi gli ha conferito una medaglia d’oro alla memoria.
    Noi avremmo preferito che Quattrocchi fosse ancora vivo,
    lontano lui dall’Iraq
    e lontani i suoi fucili dai civili iracheni.

    Così come troviamo scandaloso un guerra
    condotta da migliaia di soldati mercenari,
    non possiamo che provare vergogna oggi
    per chi ha premiato un uomo che non si è certo distinto nell’elevare i valori d’Italia
    repubblica democratica che ripudia la guerra.

    oggi mi vergogno del nostro tricolore sporcato ancora una volta di sangue.

    saluti antifascisti (militanti)

  • degra says:

    già, peccato che Martino faccia l’esempio sbagliato: quello della Spagna. Proprio gli attentati ai treni e le dichiarazioni di Aznar che li attribuiva all’ETA (e qui agli anarcoinsurrezionalisti di Pisanu) hanno fatto vincere Zapatero…

  • garethjax says:

    Hey Suz, perche’ non possiamo avere anche noi una cosa del genere ?
    http://www.videogamevoters.org

  • dementrio says:

    io più che paranoico sono indifferente: se la destra riesce a convincerci con un attentato terroristico (sia questo autoprodotto o meno) ci meritiamo la destra al governo. è più o meno lo stesso meccanismo per cui non ho nulla contro il populismo, la democrazia funziona così; lo stupido ha diritto di voto e a me sta bene così.

What's this?

You are currently reading L’ultima chance per la destra – un attentato terroristico come il cacio sui maccheroni at Suzukimaruti.

meta