Ansia da sondaggio – aka le insegne luminose attirano gli allocchi

February 16th, 2006 § 5 comments

L’intenzione della destra è chiara: visto che in Italia è pieno di gente desiderosa di andare in soccorso del vincitore, l’unico modo per cercare di reagire allo svantaggio elettorale è proclamarsi vincitori, anche se non è vero. Magari qualcuno ci crede.

Il problema è farlo mantenendo un minimo di credibilità, contando che le agenzie italiane che erogano sondaggi danno la destra indietro di circa 4,5-6 punti percentuali rispetto al centrosinistra. E si sa che i sondaggisti hanno da sempre un debole per la destra e in particolare per Berlusconi.

Quindi è un po’ di tempo che Berlusconi ventila ma non fa vedere un misterioso "sondaggio americano" che darebbe la destra in vantaggio, seppure marginale.
Il resto dei sondaggisti dice che è impossibile, ma l’importante è dirlo. Il meccanismo è quello della self fulfilling prophecy (espressione che Berlusconi non riuscì a pronunciare durante uno dei suoi raid televisivi: ma si può farsi governare da uno che non sa nemmeno l’inglese? [vale anche per D’Alema, che però ha fatto un corso accelerato]). La strategia è quella per cui se gli italiani hanno abboccato al "contratto con gli italiani", possono abboccare pure a questo.

In ogni caso i risultati del sondaggio americano sono qui. Sulla serietà dell’agenzia americana che ha fatto il sondaggio basta farsi un giro su Google. Giusto per i pigri, ecco un link che la dice lunga: basta leggere il titolo, ma l’articolo per intero è meglio.

In compenso, per rassicurare gli animi di chi vuole che Berlusconi e soci siano solo più un bruttissimo ricordo, ecco una spiegazione matematico/statistica e – per quanto ne capisco (chiedo lumi a Delio, il mio matematico di fiducia) – affidabile del perché è impossibile che il centrosinistra non abbia una maggioranza al Senato (che è l’unica camera in bilico, vista la sciagurata legge elettorale che non garantisce esiti uniformi). Teoricamente le cifre non mentono, anche se possono essere usate per mentire.

§ 5 Responses to Ansia da sondaggio – aka le insegne luminose attirano gli allocchi"

  • Luca: sulle 200 pagine del programma sono d’accordo con te. Io non ci ho ancora provato a spararmi tutta la mappazza e certo è meno efficace di 10 punti 10.

    Quanto alle calunnie: io ho guardato gli ultimi telegiornali e sono inorridita. Cioè se mi perdo qualche giorno di tg1 o tg2 poi il contraccolpo è traumatico: ormai siamo allo schieramento totale e con TUTTE le tivvu contro, non è facile rispondere alle calunnie.
    Cioè anche se lo fanno le risposte si perdono poi nell’oceano di contronotizie che seguono.

  • Luca says:

    Al di là del singolo episodio del sondaggio, mi sembra – deformazione professionale 😉 – che sia la strategia intera ad essere discutibile.

    E dire che la questione Bush dovrebbe averci insegnato qualcosa: Rowe fece vincere il primo mandato all’attuale asino concentrando la strategia elettorale sui 4 milioni di indecisi.

    Berlusconi va in TV e calunnia. E l’unione? Va bene ignorare le polemiche e concentrarsi sul programma ma l’avete provato a leggere ‘sto programma? 200 pagine. Non i 10 punti del contratto con gli italiani.

    Purtroppo credo che in Italia siamo degli analfabeti politici, in generale. E l’unione questo continua a non capirlo. E mi sembra che quotidianamente faccia qualcosa per riuscire a perdere dei punti…

  • Suzukimaruti says:

    degra: beh, il fatto è che le statistiche non possono oscillare più di tanto e di fatto questo sistema divide i seggi a metà tra uno schieramento e l’altro (in particolare al senato). Il margine di vittoria lì è dato dal fatto che alcune regioni sono sovra-rappresentate al Senato. E – grazie al cielo – sono tutte regioni ad alto voto a sinistra.

  • degra says:

    stamattina Berlusconi per dare più autorevolezza al sondaggio ha tirato in mezzo Bloomberg, associandolo a chi ha fatto il sondaggio (non ho capito se come socio o come committente)…
    Riguardo al link rassicurante: ma è così semplice e attendibile fare un pronostico matematico sull’esito elettorale?

  • Ed says:

    Noi invece mentiamo, qualche volta, giusto per cazzeggiare 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

What's this?

You are currently reading Ansia da sondaggio – aka le insegne luminose attirano gli allocchi at Suzukimaruti.

meta